E l’uomo continua a distruggere se stesso

Tante sono le colpe di cui l’uomo ‘bianco’ si è macchiato nel corso nei secoli, con la pretesa di ‘civilizzare’ quei popoli che sono diversi per colore della pelle, cultura o religione.
 
Dagli albori dell’ era pre-medievale, con le Crociate,  e sino ad oggi,  si perpetra la stessa discriminazione e l’annientamento di altri popoli, mascherando meri fini economici dietro guerre preventive o guerre sante (una specie di Jihad cristiana…). 
 
A dispetto della denuncia e della pubblica contestazione, la forza che spinge l’uomo a distruggere altri uomini non si è fermata nel corso dei secoli, si è solo trasferita da un continente all’altro, cambiando obiettivo per raggiungere le proprie finalità. 
 
Nonostante tutto, alcuni popoli, seppur decimati, sono riusciti a sopravvivere e a tramandarci le loro culture.
 
E in ricordo dei nativi americani, restano anche le parole del grande Faber, che si è sempre battuto per i diversi e gli emarginati. 
 

Image hosted by Photobucket.com

FIUME SAND CREEK
 
Si son presi il nostro cuore sotto una coperta scura
sotto una luna morta piccola dormivamo senza paura
fu un generale di vent’anni, occhi turchini e giacca uguale
fu un generale di vent’anni, figlio d’un temporale
 
c’è un dollaro d’argento sul fondo del Sand Creek.
 
I nostri guerrieri troppo lontani sulla pista del bisonte
e quella musica distante diventò sempre più forte
chiusi gli occhi per tre volte, mi ritrovai ancora lì
chiesi a mio nonno è solo un sogno, mio nonno disse sì
 
a volte i pesci cantano sul fondo del Sand Creek
 
Sognai talmente forte che mi uscì il sangue dal naso
il lampo in un orecchio nell’altro il paradiso
le lacrime più piccole, le lacrime più grosse
quando l’albero della neve fiorì di stelle rosse
 
ora i bambini dormono nell letto del Sand Creek
 
Quando il sole alzò la testa tra le spalle della notte
c’erano solo cani e fumo e tende capovolte
tirai una freccia in cielo, per farlo respirare
tirai una freccia al vento per farlo sanguinare
 
la terza freccia cercala sul fondo del Sand Creek
 
Si son presi il nostro cuore sotto una coperta scura
sotto una luna morta piccola dormivamo senza paura
fu un generale di vent’anni, occhi turchini e giacca uguale
fu un generale di vent’anni, figlio d’un temporale
 
ora i bambini dormono sul fondo del Sand Creek
 

14 risposte a “E l’uomo continua a distruggere se stesso

  1. Parole sante quelle che hai scritto…basta dare un’occhiata ai libri di storia per sentire una morsa al cuore a causa di tutte le ingiustizie a cui sono stati sottoposti alcuni popoli.Spesso l’uomo si arroga il diritto di imporre la sua visione delle cose nascondendosi dietro falsi ideali, come l’acculturazione o il miglioramento di certe infrastrutture, quando invece dietro tutto questo ci sono solamente degli interessi economici…vedi le grandi colonizzazioni e nella post-modernità vedi il terrorismo di matrice islamista, che si nasconde dietro l’islamizzazione del mondo quando invece il progetto a cui mira è la distruzione dell’America e dei Paesi occidentali che la sostengono!Credi che Dio, se un Dio veramente esite, voglia tutto questo? Voglia guerre e sangue sparso in nome suo?Viviamo in uno strano mondo, cara Ross…davvero in uno strano mondo!PS: Ho letto quello che hai scritto su di me…spiritosa, ironica e combattiva…hai colto nel segno, ma io aggiungo anche…tenerissima e coccolona :-)

  2. No, non credo esista un Dio che voglia tutto quello che sta succedendo, non sono credente, ma non posso pensare ci sia un disegno così ‘meschino’ per mostrarci quanto l’uomo possa essere crudele.E gli strali contro il terrorismo e l’islamismo, non fanno che fomentare le discriminazioni. D’altronde anche il cristianesimo ha fatto le sue brave invasioni, e culturalmente continua a farle anche oggi.Ciao RossPS: guarda che ciò che ho scritto su di te non prelude assolutamente ad essere anche tenera e coccolona…….in fondo lo siamo tutti, uomini compresi!!!

  3. non ho parole per commentare il brano,io credo fermamente in dio anche se non vado in chiesa tutte le domeniche.La colpa è dell’uomo e nel suo voler di più a tutti i costi,forse misurandosi con dio,e non ha capito che sarà la catastrofe.

  4. ciao Ross,la cosa che intanto vorrei sapere è "come stai"…..spero vada meglio…..per quanto riguarda la cultura dei native americans,è qualcosa che mi ha sempre affascinato,infatti posseggo parecchio materiale di cui vado orgoglioso…..un caro abbraccio e a prestoCAPO

  5. Grazie Napo!!Sto bene, ho anche battuto l’influenza!!! E ti ringrazio per la tua gentilezza!Un abbraccio Ross

  6. Margherita_DolceVita

    Oddio…pura e semplice veritàx me che sono sarda questa canzone vale doppio…almeno x quanto riguarda il quando è stata scritta.Purtroppo possiamo continuare a interpretarla in troppi modi e ad accostarla a troppi, troppi fatti e avvenimenti di ieri, di oggi e si prevede pure per il domani…pero la vita va avanti…almeno la nostra,un bacione!

  7. Buona serata Rossana…!!!…ti auguro un buon inizio da settimana…!!!

  8. Buon lunediiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii’Roberta

  9. ciao ross,per una volta vado fuori campo…. nako sta meglio ci sentiamo e sta ritornando….ancora un pò di pazienza….. monica

  10. già in fondo siamo tristemente tutti uguali, ogni popolo ha qualche scheletro nell’armadio e gli stermini passano da un continente all’altro da una forma di distruzione all’altra… è in un certo senso anche un po’ paradossale che queste culture prima ci facciano paura tanto da cercare di sterminarle e poi nel tempo stimolino la nostra curiosità e il nostro interesse e desiderio di conoscere. Io penso che alla base della pace ci sia innanzi tutto la conoscenza dell’altro e poi la tolleranza… Boh oggi sono filosofa :-) Un abbraccio

  11. ti ringrazio per i complimenti anche se immeritati.Le mamme con slancio di generosità esaltano tutto ciò che i figli fanno, come vedi per pudore non indico il mio indirizzo altrimenti i tuoi … chiamiamoli "lettori" potrebbero ridere di me.Complimenti a te: per quello che fai per quello che sei per quello che dici per gli spunti di riflessione grazie mamma

  12. How is my friend to-day,I have not has a good one infact its been a depressing day,a none, day, the car should have had a M.O,T test thats been put off until to-morrow now,so that means I can’t go and visit my elderly parents now until later in the week. I have been very tired and always falling to sleep.My hearts not beating as it should,and i have to go and have some more tests done.must go talk later be safe be happy Robin

  13. un abbraccio grande come il mare..come il tuo mare…dolce notte

  14. ciao da sergio no ti fai + sentire baci ciao

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...