Come una bambina…

Genova, 26 gennaio 2006

C’è qualcosa che svolazza nell’aria, sembra nevischio. Sarà portato dal vento penso, sul mare c’è persino un pallido sole. Ad un tratto però  mi accorgo che la luce nella stanza è cambiata, e sento un rumore diverso provenire dalla strada sottostante: il rumore del silenzio.
 
Mi avvicino alla finestra e vedo che il mare sta cambiando colore, le barche ormeggiate cominciano a sollevarsi ritmicamente, cullate dalle onde.  Non è una cosa strana, ammiro questo paesaggio da quasi 3 anni. Ma l’aria è diversa oggi; sento l’odore della neve.  Sì, anche se sono un "lupo di mare", sono nata in uno di quei paesini dell’entroterra, dove i contadini la sera ti sanno predire il tempo del giorno dopo e ti insegnano a ‘sentire l’aria’.  Il telefono mi distrae e torno di malavoglia al mio lavoro. Amo il mare d’inverno e starei a fissarlo per ore, ma il dovere mi chiama…
 
Ad un tratto mi volto verso la finestra e la vedo: sta nevicando.
 
Fiocchi leggeri volteggiano sospiniti da folate a  metà tra la tramontana ed il maestrale, i due signori della rosa dei venti che si  incontrano proprio qui, al confine tra la terra e il mare.
 
E corro alla finestra, con il naso appiccicato al vetro, a guardare ammirata il turbinio che piano piano mi impedisce di vedere il molo dall’altra parte dello yacht club. Come facevo da bambina…
 
Cielo e mare hanno adesso lo stesso colore.
 

Image hosting by Photobucket

 
E subito provo quella sensazione irresistibile di uscire fuori a capo scoperto per sentire i fiocchi di neve sul viso e sui capelli e raccogliere la neve a mani nude per farla sciogliere tra le dita.  Mi piace la neve, porta calma e silenzio. Mi piace camminare nella neve, dove i passi non fanno rumore, e vedere dietro di me le impronte del mio passaggio.
 
E prendo la mia decisione: stasera niente auto, ma una bella passeggiata fino al Porto Antico per ammirare lo scintillio dei fiocchi di neve nel cono di luce dei lampioni, quasi fossero coriandoli che il cielo riversa su di noi.
Mi  butto a capofitto nella bufera della sera, lottando contro il vento sempre più forte e quando finalmente arrivo in un punto più riparato della Ripa a mare, sono infreddolita e stanca, ma felice di aver ritrovato queste sensazioni dimenticate nel tempo.  Come una bambina…
 
 
Genova, 27  gennaio 2006

La notte ha portato altra neve. Vederla sugli alberi del giardino ‘quasi tropicale’ sotto casa mia, è un paesaggio unico, ma so che non durerà a lungo.
 

Image hosting by Photobucket

 
La pioggia ha quasi cancellato il suo passaggio. Peccato.
 
Ma ho sentito che forse questa notte nevicherà di nuovo…….
Spero di passeggiare nella neve anche domani…
Come una bambina…                                  
 
 
Advertisements

10 risposte a “Come una bambina…

  1. Brava Ross………….hai fissato il tempo della come su un dipinto.
    La neve……….sul viso…..nelle mani……..le nostre impronte.
    E soprattutto ……..il silenzio.
    Sono le stesse sensazioni che provo anche io…………..insieme al " passeggiare quando nevica".
     E  che dire delle foto ????Ciao Renzo

  2. Ciao mia cara, purtroppo sono una gran testarda e quando prendo una decisione, ahimè, sono irremovibile.
    Chiudo il blog….grazie per la tua presenza costante e per aver cercato di farmi cambiare idea. Un bacio affettuoso…ci troviamo su msn :-)
    Rosalba

  3. questi cambiamenti che hanno fatto mi fanno impazzire,sto cercando di capire nel profilo cosa si deve fare per cambiare i contatti che mi ritrovo….un saluto…penelope

  4. Ammiro tanto le persone, come te, che hanno la capacita’ di emozionarsi della bellezza di questo mondo nostro…grazie per il tuo post e le foto, mi sento quasi di essere li’ con te!

  5. e sei veramente una bambina e mi viene voglia di prenderti per mano e di condurti sulla riva del mare a fare pupazzi di neve
    paolo

  6. ciao ross..non ti e bastata la neve che a fatto? ne vuoi ancora?

  7. thanks…… purtroppo….. siamo un gruppo ristretto k la pensa csì…xchè molte appoggiano il collettivo x saltarsi scuola…e dato k quelle k contano nella burocrazia sn le presenze e nn gli ideali… vincono sempre loro in casi come questi
    grazie a dio sn arrivati quelli dell’alternativa aperta k stanno facendo qualkosa…

  8. ciao ross ho ringraziato francesca di avermi permesso di conoscerti
    paolo

  9. @Paolo
    Sono io che devo ringraziare Francesca e anche te per tutta l’amicizia che mi state dimostrando!!!
    Un bacio
    Ross

  10. Ciao!
    Grazie per l’attenzione che mi hai rivolto!
    Mi lusinga molto!
    Mi piacerebbe però sapere cosa intendi per ripetitività?
    Sono certo che sarai così gentile da rispondermi.
    Buonanotte…
    Fa’

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...