Felicità raggiunta

Image hosting by Photobucket

 

Felicità raggiunta, si cammina
per te su fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s’incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t’ama.

Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari, il tuo mattino
è dolce e turbatore come i nidi delle cimase
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case.

 

 

 

 
Parlando con un amico stanotte, mi sono ricordata di quando, durante l’ultimo anno delle superiori, il professore di italiano ci diceva che il testo di letteratura (peraltro uno dei migliori esistenti a ‘quei’ tempi) fosse incompleto. Si fermava agli scrittori e poeti del Novecento italiano come Pirandello, Quasimodo e Ungaretti, e ‘sorvolava’ letteralmente su quelli più recenti. Per fare dei nomi, Elio Vittorini, Beppe Fenoglio, Cesare Pavese, Primo Levi, e Eugenio Montale e per lui, la mancanza di quest’ultimo, da ligure, era quasi un insulto. Secondo lui, noi studenti venivamo in questo modo privati della possibilità di scelta e dovevamo avere invece la capacità di giudizio ciritico la più ampia possibile. Ci consigliò quindi letture più attuali (e ci graziò non facendoci aprire nemmeno un Canto dei 33 del Paradiso dantesco…) e per Montale, ci dettò letteralmente la maggior parte delle poesie della Raccolta ‘Ossi di seppia’.
Quanto lo abbiamo odiato trentanni fa per questa faticaccia….. quanto lo apprezzo e amo oggi a distanza di tempo per avermi insegnato a leggere.
Un saluto a te Professor Fossati che non leggerai mai queste poche righe!

Advertisements

19 risposte a “Felicità raggiunta

  1. Oggi … ti voglio un po’ più bene anch’io … adoro, e lo avrai capito gli scrittori italiani del ‘900 … e un po’ meno, soprattutto il Paradiso Dantesco … ah ah ah
     
    Mitakuye oyasin sorellina
     
    Nako
     
    p.s.: ottima anche la scelta musicale !!! un bacioooooo

  2. In effetti a me manca tutta la parte di elteratura moderna.. Pesa che abbiamo finito col Manzoni!!! .-((

  3. un buongiorno  e …un bacio….!!
     
     

  4. …Le occasioni che ci permettono di ricordare bei momenti…sono il sale della nostra vita…
    ciao
    ^Luce^

  5. grazie ross :-)))
    comunque dante ha il suo perché… ad ogni modo sono d’accordo che i poeti contemporanei o meno contemporanei sono trascurati… anche la merini ad esempio o altri bravi come lei…

  6. @Francesca
    Ma guarda che io non disprezzo affatto Dante… anzi!
    E per i poeti e scrittori contemporanei, beh parliamo di 32 anni fa e quelli da te citati non erano ancora ‘letti’…
    Kiss e a presto cara!

  7. Non posso dire di avr capito tutto il senso di quello che c’è scritto…….. ma mi impegnerò e capirò, buona notte, ora vado a leggere il precedente post xkè ieri non ci sono riuscita, un abbraccio forte forte.
     
    Roberta

  8. hello rossana dear, i love to read poetry!  though i haven’t read much italian poetry i do like the poem by Leopardi "l’infinito". i’m sending you one of my favorite american poems, by Robert Frost, maybe you have heard it before…
     
    Whose woods these are I think I know,
    His house is in the village though.
    He will not see me stopping here
    To watch his woods fill up with snow.
     
    My little horse must think it queer
    To stop without a farmhouse near.
    Between the woods and frozen lake
    The darkest evening of the year.
    He gives his harness bells a shake
    To ask if there is some mistake.
     
    The only other sound’s the sweep
    Of easy wind and downy flake.
    The woods are lovely, dark, and deep
    But I have promises to keep,
    And miles to go before I sleep,
    And miles to go before I sleep.
     

  9. Ciao Ross,
    quello che lamenti è stato ed è un fenomeno abbastanza comune, causato dalla scarsità di tempo a disposizione e dalla relativa necessità di fare delle scelte. Mentre è quasi impossibile che, una volta usciti dalla scuola, i ragazzi leggano gli autori più antichi, ma non per questo meno belli ed essenzili ai fini formativi, è più facile che si accostino ad autori più vicini alla loro sensibilità moderna ( anche se ci sono autori antichi di una modernità sempre viva).
    La scuola, poi,  non dovrebbe dare delle risposte( quali?) o servire la pappa bella pronta, ma fornire un metodo e suscitare curiosità. Se uscendo dalla scuola i giovani avranno avuto in dote gli strumenti critici e cognitivi necessari per esplorare le creazioni dell’umanità, in tutte le sue manifestazioni ed accezioni, essi godranno in più del piacere della scoperta. Il metodo consentirà loro una maggiore efficacia nella propria avventura.
    Almeno così è come concepisco la scuola, l’università ed ogni occasione di insegnamento.
    Un abbraccio.
    Claudio

  10. (¯`·.atamely*.·´¯)

    Quello che tanto rimpiango per le mie figlie ora che sono qui e’ che mai conosceranno i poeti italiani purtroppo. Anche se la grande quest’anno ha scelto italiano per il diploma bilinngue insieme all’inglese… cosi’ piano piano sta conoscendo qualche autore contemporaneo e non e devo dire che il risultato e’ migliore di quel che credevo. Ma tutto dipende dal professore.. dici bene. E anche lei ne ha trovato uno che l’ha fatta appassionare perfino a Dante.
    Piano piano mi sto riprendendo, la febbre e’ sparita e tutto sta tornando alla normalita’. Meno male perche’ io malata non mi ci posso vedere e gli altri della famiglia erano … senza mangiare, bere, vestire.. porelli.. sembrava stessero male loro :-)))
    Diceva una canzone… noi siamo le colonne…
    Com’e’ vero!
    Un abbraccio forte forte
    Ely

  11. i consigli e le guide verso il "sapere", sono ciò che ci accompagna per la vita!
    mia cara, anch’io devo dire grazie a te, per il tuo elegantissimo modo di "esserci"!
    Sono contento che potrai affrontare un weekend più serenamente!
    Un caro abbraccio, grande Ross!
    CAPO

  12. buon week-end carissima e aspetto notizie! Ciao Francesca

  13. .."non recidere forbice quel volto, solo nella memoria che si sfolla…"
    Montale è tra i pochi poeti che sento "vicino"..
    non ho fatto studi classici, e non ho un gran bagaglio culturale, Montale, mi sembra abbia quell’umano sentire, così reale, così…semplice..
    Ciao
     
    Fab

  14. Sei davvero STRAORDINARIA!!!!
    Grazie….di cuore!
    Ma……non togliermela nel weekend, eh? 😉
    Sii serena!
    Un bacio
    CAPO

  15. La rose est ma fleur préférée.
    J’aime son parfum, j’aime sa couleur, j’aime sa générosité

  16. @Fab
    Neppure io ho fatto studi classici….. e non ne sono poi così dispiaciuta devo dire, perchè grazie ad insegnati stupendi ho potuto poi avvicinarmi anche a temi distanti dalla mia formazione originaria, o forse sono stata aiutata dalla mia innata curiosità? Mi rimane il dubbio….
    Bacio e buon weekend
     

  17. @Instants Magic
    Et bien mon ami, je suis heureuse de te voir à nouveau ici! Désolée que la poésie est en italien. Moi, j’aime toutes les fleures, mais cette rose blanche était l’image la plus douce et la plus souhaitable j’ai pu trouver pour la lier à ces vers.
    A bientot!
    Bisous
     

  18. 6 1 stronza pensi alle poesie e nn ai ragazzi che imbecille vaffanculo insieme a montale ma chi 66666666??????????? io ora la copio x scuola e poi dirò a tutti che 6 1 stronza merdaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  19. scusa scherzavo……..

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...