Domenica malinconica

Caldo afoso.

Non hai neppure voglia di muoverti, di uscire. O forse non è colpa del caldo. Guardi il telefono e speri in uno squillo che sai non verrà. Che in fondo non vuoi nemmeno che arrivi. Ricordi ancora le ultime parole:

“Dopo tanti anni non vederci più non può essere. Che ne so,  magari da amici, per parlare.”

E hai sentito salire le parole alle labbra; ma non le hai dette.

Hai detto solo ‘vedremo’ e ‘addio’.

 

Ma perché non hai urlato la tua rabbia? Perché non lo hai preso a schiaffi con le tue parole? Sempre misurata nelle tue reazioni, a testa alta anche contro le offese. Ormai sei esperta. Forse qualcuno crede che tu sia menefreghista.  Ma nessuno sa cosa provi dentro di te. Nessuno se lo è mai chiesto, non interessa a nessuno.

 

Quanto tempo è passato? Tre settimane? E quanti SMS? Dieci. A cui non hai risposto.

E poi quella telefonata: “Come stai? Come è andato il viaggio? Si, sono contento che ti sei divertita. Io parto mercoledì, si sposa una mia nipote. Ci sentiamo. Ciao”

Le parole di un estraneo.

 

Ecco, un SMS: “Ciao. Non posso chiamarti. Ti  penso”

 

E la mia confusione continua…

 

 

Photobucket - Video and Image Hosting

 

 

 

 

MALINCONIA. Afflizione dell’anima affine alla tristezza, ma questa affligge più vivamente (più materialisticamente). Anche se cupa e profonda, la malinconia trova ancora sorgenti di tenerezza. Si direbbe che essa ha per carattere la dolcezza.

La tristezza è disperata, la malinconia viene nelle ‘soste’ della speranza. Se tanta malinconia è negli antichi, è perché l’immortalità, quell’immortalità ‘terrestre’ cui essi erano destinati (o ‘condannati’) esclude la speranza. Arte vera è spesso malinconica, ma triste mai. In fondo la differenza fra tristezza e malinconia è questa, che la tristezza esclude il pensiero, la malinconia se ne alimenta. Guardate come ‘pensa’ la Malinconia di Durer. Socrate, nel Fedone, dice che una divinità avendo tentato un giorno di confondere il dolore e la voluttà, e non essendo riuscita, fece in modo che almeno in un punto aderissero assieme."

(A. Savinio, Nuova Enciclopedia, Biblioteca Adelphi, Milano, 1977, pag. 246)

Advertisements

16 risposte a “Domenica malinconica

  1. lo so che può sembrare assurdo dirlo ma…
    …ti capisco più di quanto tu possa credere, il fatto di non dire o non pensarci non significa nulla. ti capisco e dio solo sa quanto vorrei che tutto questo non si affolli nella tua testa, vorrei prenderlo io, per farti sentire questo pesante bagaglio un pò più leggero…
    ora che io sono al mio capolinea…ma ti ritrovo sempre
    e sempre ti stringo forte
    Ross

  2. Per le due Ross……
    Forza non ci facciam prendere dalla tristezza…..reagire , reagire….
    Un abbraccio affettuoso
    Vincè

  3. Ce lo siamo dette tante volte …
    non c’è nulla che ferisca di più dell’INDIFFERENZA!!!
     
    … ma abbiamo anche detto, come tu hai sottolineato: "Che in fondo non vuoi nemmeno che arrivi."
     
    Può tornare nostalgia … ma abbiamo dempre detto mai RIMPIANTI !!!!
     
    Un abbraccio … da chi come te, spesso ultimamente ci ricade, e certamente oggi non ne sono immune, anche se non era quasi mai successo, ma sei sempre tu che mi dici: "… a testa alta … e a muso duro!!!"
     
    Mitakuye oyasin … sorellina
     
    Nako
     

  4. CIAO MOLTO INTERESSANTE IL TUO BLOG CIAOOOOO DA SISSI BUONA DOMENICA…..

  5. ecco.. come dice Vincenzo.. REAGIRE!! evitare di star li a pensare a ieri.. e prenderci i domani come li vogliamo noi.
    ..facile a dirlo, vero? io ci provo..
    Vi abbraccio!

  6. PER TUTTI QUELLI CHE PASSANO
    SIETE PREGATI DI LASCIARE COMMENTI INERENTI AL POST!
    SE NON SIETE IN GRADO DI COMMENTARE O NEMMENO MI CONOSCETE,  
    LASCIATE I SALUTI SUL GUEST BOOK… C’E’ APPOSTA!
    LO TROVATE IN TESTA NEGLI ELENCHI SULLA HOME PAGE.. ACCANTO AL PROFILO.
    GRAZIE

  7. Ci sono uomini che non sanno sparire del tutto, altri che pur non volendoti più pretendono di essere ricordati a vita. Così ogni tanto vengono a scuotere le cellule della memoria con un sms, una telefonata banale. E tu stai lì a chiederti perchè, che vuole ancora…
    Uomini
     
    Onorata di sedere al bar tra quattro amici… ah, non sono astemia ma mi piace bere solo in compagnia.
    La granita invece riesco a mangiarla da sola :-))

  8. Scrivere qualsiasi cosa, dopo un commento di Marilù, è un’impresa….
    perchè lei riesce sempre a dire con un tatto immenso, ciò che è oggettivamente vero!
    Infatti proprio quelle telefonate banali o quegli sms, sono i modi con cui un uomo si garantisce
    la sicurezza dell’essere pensato, perchè vuole continuare ad essere il Padrone dei tuoi pensieri, a prescindere da quello che è diventata la sua vita…..
    Personalmente non condivido, perchè alla fine di un percorso, aspiro sempre ad essere dimenticato….. ma so che per molti non è così….
    Credo che sia la gentilezza quella che poi dà fastidio, perchè la gentilezza non è altro che indifferenza con l’abito da gran soirée…. e spesso fa molto male!
    Mia cara, questa volta non ho voglia di battute………
    ma solo di un grande abbraccio a te!
    CAPO

  9. Fatina mia, eccomi….
    Leggevo il tuo post e nella mia mente si sono avvicendati i links di situazioni da me sperimentate nel corso degli anni,dove il comune denominatore erano la stessa situazione e le stesse sensazioni da te vissute.
    Ho provato la stessa rabbia di allora, condiviso i tuoi stessi sentimenti di oggi…e non immagini quanto io ti possa essere vicina con il mio abbraccio più affettuoso e solidale.
    Belin, a me queste cose fanno montare al muso una rabbia che non immagini. E’ proprio vero che in certe situazioni noi donne mettiamo l’anima, e non riceviamo manco la mezza parte di quanto abbiamo investito.
    Detesto chi si prende la briga di entrare ed uscire a proprio piacimento dalla nostra quotidianità pensando di essere unico, indispensabile e di sortire effetti devastanti nella sensibilità del nostro cuore.A parte certi casi sempre più rari, mi rendo conto che l’uomo con i controcazzi é in via d’estinzione, e tanti altri sono portatori sani di palle utilizzate solo ed esclusivamente a fini meramente fisiologici.
    Che tristesssss…..
    Ti stringo forte come non mai!
    So
     
    P.s. Piccola perla di saggezza popolare padana x donarti un sorriso ed esortarti a guardare ancor più che avanti:
    "Se te det ‘na pèsada ‘ n de la sees, en salta feura dees!"".
    Prossimamente ed in privato la traduzione. Ti voglio beneeeeee!

  10. @Marilù
    Non mi piace generalizzare con il termine ‘uomini’..
    Non mi piace come dice il proverbio ‘far di tutt’erbe un fascio’..
    E’ che come dice So : uomini che si possano fregiare di questo titolo sono in via di estinzione. Evidentemente continuo a fare lo stesso errore: sopravvalutarli. 
    E la mia ‘rabbia’ è rivolta solo contro di me.

  11. @Capo
    Sai che la mia natura battagliera mi ha portato a fare il grande passo un po’ di tempo fa.
    Sai anche che sto lottando perchè nessuno che io non voglia sia Padrone dei miei Pensieri.
    Ed io non voglio. La mia confusione è originata solo dal vedere la "piccolezza" in una persona in cui credevo.
     
    Grazie per il tuo abbraccio sempre presente.

  12. @So
    Spiacente di averti suscitato reminescenze poco piacevoli. Il mio post è stato lo sfogo del momento, la rabbia di non capire l’atteggiamento da prendere, se e quando ci sarà quella chiamata. Che sono certa ci sarà. Ma la Fatina, circondata da ‘cotanto’  affetto… beh sta affilando le unghie!
     
    Dont’ worry!! No need of translation … belin che internazionale che sono con i dialetti… compresi quelli nordisti….. ;-))

  13. Già… Belin e Belinate sono stati aggiunti da qualche anno al mio vocabolario e li sto facendo girare anche dalle mie parti eheheh
    Sei una donna forte e coraggiosa e so con certezza che hai lucidità a sufficienza per razionalizzare atteggiamenti e comportamenti di chi ti dimostra di tenere solo a se stesso.
    Lunedì sarai riassorbita dal vortice del lavoro e la mente avrà ben altro cui pensare…

  14. Dopo l’afa arriva sempre il fresco…
    Quanro alla malinconia è inevitabile. Bisogna conviverci.Molto significative le citazioni estratte dal dizionario di A.Savinio. Solo una mente raffinata poteva farvi riferimento.Il passato va comunque lasciato alle spalle.

  15. Che delizia la descrizione della malinconia….. sento che qualcosa la lega indissolubilmanete a ciò che ho scritto nell’ultimo post. Sì, la "melancolia" forse è alla base del mio sentire. Grazie delle parole sentite che hai scritto come commento da me. Sai Ross, io adoro essere stupita, mi alimento dello stupore, per me è fonte di vita. Non mi piacciono le sorprese in generale, ma mi piace essere stupita, e non credo sia una contraddizione…
    Talvolta penso che tu sia un caterpillar, un carrarmato potente e inesorabile, che marcia contro il nemico e contro chi ti si para davanti, senza lasciare spazio alla magnanimità. Chissà perché….
    Talvolta, come ora, riesci a stupirmi con un’altra parte di te, che finora non conoscevo: una dolcezza inaspettata, una umanità e indulgenza che mi scalda il cuore. E non mettere questo tra la lista degli aggettivi e sostantivi che ti riguardano, perché te lo sto dicendo dal cuore.
    Grazie per il tuo commento, e sai, credo anch’io che gli altri, gli amici, e talvolta anche semplici conoscenti che incontri per la via, possano darti molto e farti conoscere un altro pezzetto di te…
    Un bacio, Giovi.

  16. wow! ke bella descrizione! ..qst parole sn veramente bll..ed è la la precisa descrizione dll melanconia..triste e delicata,dolce…complimenti davvero!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...