Sono tornata…

Fine delle vacanze. Almeno per ora fine dei miei ‘viaggi’ da vagabonda.  Quest’anno ho deciso all’ultimo minuto di dedicare  un po’ di tempo a me stessa, lontano dalla mia quotidianità, fatta dei soliti luoghi – lo so… direte… “Soliti? Ma se sei sempre in giro?”  – , ma vi assicuro che vedere il solito panorama, anche se affacciato sul mare, pensare alle solite cose, casa, lavoro, amici del sabato sera, beh è quel  ‘solito’ che rifuggo.  

Ho paura di fossilizzarmi, di ‘abituarmi all’abitudine’ (bruttissima espressione, ma è l’unica che riesca a rafforzare ciò che voglio esprimere).

Quindi ho preso un aereo e ho riattraversato il mare. E sono tornata ad assaporare quella terra che è così legata ai miei ricordi.  Lo avevo già fatto due mesi fa, ma allora era stata una scelta ‘lavorativa’, e quei pochi giorni non mi erano bastati.  Non potevo recuperare quasi quarant’anni di distacco in quel poco tempo.

Dentro di me sapevo che sarebbe successo. Ne avevo avuto la netta sensazione quando, quella mattina di giugno, partendo da Acireale, imboccai l’autostrada verso Messina e ad un tratto vidi l’indicazione dell’uscita di Giarre. E la macchina, quasi da sola, girò a destra e si avviò verso il casello autostradale.  Arrivata all’ingresso del paese rallentai per guardarmi bene attorno: ecco qui dove c’è il supermercato una volta c’era il cinema, ecco là la chiesa con il parcheggio, il bivio per Santa Venerina dove andavamo a vedere la colata dell’Etna (papà ci diceva “stasera andiamo a vedere i fuochi d’artificio?”)… e poi la statale e l’arrivo al paese dove abitavo.

Una sosta di rigore ed una foto al cartello ‘FIUMEFREDDO di Sicilia’.

Photobucket - Video and Image Hosting

E dentro di me mi dicevo: sono tornata.

Poi un susseguirsi di sensazioni e di emozioni, vedere quello che era cambiato e ciò che era rimasto intatto nel tempo, come mettere nuovamente alla prova la mia proverbiale memoria. Guardarmi attorno e rivedere il grande Gigante che da lassù domina. Girare un angolo e ritrovare esattamente IDENTICA la casa dove avevo vissuto per oltre due anni, dove ero stata cosi felice.  

Photobucket - Video and Image Hosting

Ero da sola, ma non ero sola.

Con me c’erano i miei ricordi, tutto quello che in quei due anni aveva riempito la mia vita: i compagni di classe, gli amici con cui andavamo al mare tutti i pomeriggi dopo la scuola e correndo ci divertivamo a rubacchiare lungo la strada ‘le lumie’ da mangiare col sale, le feste nel garage di casa mia dove ballavamo al suono del mangiadischi, la festa di fine scuola alla Villa Comunale di Taormina e il mio addio a quei luoghi quel lontano 27 giugno del 1969…  

Una vita fa. E poi il vuoto. Anni vuoti, passati a lasciarsi vivere, ma quel ricordo non si è mai sbiadito nella mia mente. Tornata a casa, riguardando le foto, mi dicevo ad alta voce: devo tornare.

E così ho fatto, spinta anche dalla consapevolezza che non solo avrei ritrovato quella terra che sento anche un poco mia, ma avrei rivisto gli Amici, quelle persone che mi hanno accolto come una di loro sin dal primo giorno, quando mesi fa ci conoscemmo tramite questo mezzo che tutti ritengono ‘finto e virtuale’, dove molti fanno esclusivamente bella mostra di sé, mettendosi in vetrina con la loro parte migliore.

Non è il mezzo ad essere ‘finto’,  come sempre sono le persone.  Ma ha ragione il mio caro amico Mato Luzahan, contro il quale, a torto, una volta mi scagliai con tutte le mie forze: sono una donna fortunata.  Non per essere nata da questa parte del Mondo, come lui sosteneva, ma per essere in grado di vedere oltre quella facciata, di capire la sostanza che sta dietro, pur nella sua diversità.

Avevo bisogno di questo ritorno per ritrovare fiducia in me stessa, e fronteggiare ‘a muso duro’ quello che il futuro mi riserverà. E’ stato come ricaricare le pile. Forse sono più forte, non lo so, di sicuro sono più serena.

E ovviamente non dimentico che a farmi star bene hanno contribuito proprio quelle persone che hanno un posto speciale nel mio cuore e a cui va il mio ringraziamento:

Rò & la sua famiglia (e senza dimenticare
un bacio enorme alle piccole ‘streghe’ Giulia e Silvia),
Fabio, Maria, Capo, Manu, Rossella,
Claudio (una bellissima sorpresa) e Marilù.

Con loro ho scoperto ancora meglio Palermo e i suoi angoli nascosti, ho di nuovo assaggiato l’arancina al burro, ho passeggiato a Taormina e Castelmola, sono tornata sull’Etna, ho cenato di fronte ai faraglioni di Acitrezza, ho mangiato ‘la granita alle mandorle con il panino’, ho rivisto e riscoperto Siracusa e le sue antiche vestigia greche. E poi il mare, quell’elemento che io adoro.

Con amici così, la distanza non esiste.  Con loro abbiamo “fatto quadrato” di fronte alle difficoltà che la vita mette sul cammino di ognuno di noi, abbiamo pianto per la scomparsa di un amico, abbiamo riso, abbiamo ‘vissuto’, perché per noi, ogni giorno ed in ogni modo, 

l’importante è esserci.

 

Grazie anche a questo mondo virtuale
che in fondo è più reale di ciò che crediamo.

 

 

P.S. E il caso ha di nuovo giocato con me: il 12 agosto del 1967 scendevo dal treno che mi aveva portato in Sicilia da Genova, il 12 agosto 2006, trentanove anni dopo, mi ritrovavo nello stesso posto

28 risposte a “Sono tornata…

  1. "Casa" non è (semplicemente) dove abitiamo (anzi, lì può anche non esserlo)… "Casa" è dove stiamo BENE, dove sentiamo di fare perfettamente parte di ciò che ci circonda, un tutt’uno integrante,
    "Famiglia" non è (soltanto) chi è dipinto sul nostro stesso albero genealogico… "Famiglia" è chi condivide con noi momenti belli e brutti, con tutto il fiume di cause, conseguenze, sensazioni e sentimenti che essi significano.
    Possiamo avere più case…e la nostra famiglia può essere inaspettatamente grande.
    E riscoprirlo vivendolo necessariamente ricarica le pile!
    Vabbè… diciamo che la vagabonda è tornata e ha smesso di viaggiare… fino alla prossima partenza!!
    Riguardo ai miei 10.000 giorni… purtroppo è proprio il contrario… forse avrò fatto tante cose, ma troppi giorni non sono stati vissuti "intensamente". (Comunque congratulazioni per essere arrivata a leggere fino in fondo! 😉 )

  2. bellisime parle ..che possono assaporare nel cuore e nella mente solo i siciliani…
    mentre leggevo il commneto pensavo a me dopo che son tornato nella mia terra solo dopo 2 anni….
    l’aria che qui si respira i ri
    cordi che come in un baleno o megko come fiori rifioriscono apeena passi lo stretto ..belle emozioni .grazie oggi leggendo il tuo commneto mi hai fatto sognae …hola siciliana

  3. @Efraim
    Felice di aver suscitato in te queste emozioni, spiacente di deluderti ma non ho l’onore di essere siciliana.
    Mi sono trovata a vivere due anni in Sicilia molto tempo fa, ma da allora il ricordo mi ha sempre accompagnato.  

  4. …per noi è stato un piacere averti con noi…e spero che quei pochi giorni trascorsi insieme abbiano lasciato un bel ricordo..ma in maniera particolare la sensazione di aver fatto parte della mia famiglia…anche le streghette sono state bene con te…:-)
     
    un abbraccio cara

  5. Che bello Ross, leggerti così serena mi ha allargato il cuore.
    Ti ci voleva questo viaggio, questo ritorno alle "origini", questo rivivere col pensiero emozioni e situazioni, e vivere il presente fatto di persone splendide, di amici veri, di luoghi meravigliosi e di superba cucina.
    Sicuramente la ripresa non sarà semplice, in un attimo ci si abitua al relax vacanziero, e ci vuole un cifrone x regolare il ns personale "orologio" e tornare ad assoggettarci alle regole della quotidianità e del guadagnare la focaccia quotidiana. (Visto che liguri siamo, la pagnotta la lasciamo ai padani)
    Però si ricomincia con il cuore pieno di sensazioni rigeneranti, e tutto sembra più leggero….e poi la consapevolezza di non essere mai sole anche se loro stanno a parecchi km di distanza, beh…da una mano significativa.
    Sempre grandissima, Ross. E chissà che presto non riusciremo davvero a fare un viaggio insieme. :D
    Secondo me sarà da filmare…..e diventerà un successo stratosferico!
    Abbraccio formato maxi e baci a profusione.
    So

  6. Certo che sono stati giorni indimenticabili… ma ce ne saranno ancora, ci puoi giurare!
    Ciao tenera vagabonda.

  7. Hai scritto tutto con una meticolosa precisione, e posso dirti che il tuo amore per la nostra Sicilia è qualcosa che mi riempie di gioia……. è inutile che stia qui a ringraziarti per il tuo "esserci", sarebbe un accavallarsi di ovvietà………
    Io mi preparo a "farmi in quattro" per chi mi attende……… ;-))))) una settimana e si riparte!
    Ti abbraccio forte, grande amica Ross!
     

  8. ciao, ross (m….rai), dopo una vacanza ricca di emozioni finalmente sei tornata fra noi……..evviva evviva evviva.

  9. Grande Ross !
    Hai scritto delle cose bellissime con uno spirito libero e positivo, tutto molto coinvolgente.
    Complimenti.
    Un saluto.
    Fabrizio.

  10.  
    Ciao Zietta!!!
     
    Che bello sapere che sei tornata… e vedere che ti sei anche divertita… la prossima volta però, vieni a trovare me!!! 😉 :-p
     
    Un abbraccio stretto stretto…
     
    TVB
     
    *NiPoTiNa WiLL*
     

  11. Ciao bella signora
    Marilù mi ha raccontato tutto dei vostri tre giorni e mi sono rammaricata ancora di più per non esserci stata. Ma sai bene come ero incasinata e spero tanto che tu mi abbia perdonata.
    Peccato che non siete riuscite a farvi delle foto insieme… ma va bene lo stesso. L’amicizia non si cementa a suon di foto…
    un caro abbraccio

  12. @Fabrizio
    Grazie. Non avrebbe senso per me scrivere qualcosa di non provato.
    Credo comunque che l’essere "positivi" debba essere dimostrato con i fatti…;-) e in quanto a ‘spirito libero’… diciamo che ne sono abbastanza orgogliosa!
     

  13. @Capo
    Sì, hai ragione sulla ‘meticolosità’… mi sono un po’ ‘rossellizzata’ con questo racconto … ;-)))) ehehehheh
     
    Ma sai benissimo che tutto quello che ho scritto E’ VERO, così come è vero che non servono dei ‘grazie’ reciproci tra noi, basta guardarci negli occhi in silenzio.
    Non farti in quattro, non serve… sii sempre te stesso ;-)) e ti aspetto per il .. doppio caffè!

  14. Ciao vagabonda! Sei tornata finalmente eh? Grazie della bellissima sorpresa che mi avete fatto tu Marilù, direttamente dl bagno di sole siracusano, ehehe… Sono felice che tu abbia passato degli splendidi giorni tra ricordi e un bellissimo presente. Sì, è vero sono successe diverse cose importanti in questi ultimi tempi, provenienti dal mondo virtuale, che in realtà è più vero del vero…alcune decisamente tristi, altre serene e simpatiche.. Ma è una meraviglia quando si possono condividere con amici che si fregiano davvero di tale appellativo.
    Un bacio e spero di rivederti presto.

  15. ……….e quali alti segreti mi nascondi…….
    ……………cara signora dei sogni…….
     
    …..un motociclista di altri tempi…….

  16. @Fabrizio
    Nessun segreto… era solo una mia riflessione sulla ‘positività’…
    Sno giorni che questo ‘essere positivi’ viene elargito a tutti, nei vari commenti, come si trattasse di caramelle…o di una benedizione, e mi interrogavo – come sempre – sulla differenza tra il dire e il fare.. 😉

  17. BUONASERA SIGNORA DEI SOGNI UN BACIO E UN SPLENDIDO WEEK-END….

  18. Ehi Rosss…ciao….ho letto oggi il commento che mi avevi lasciato mi credi? ahah…ho inserito la canzone che mi hai dato graaaazie.
    ma secondo te, potevo non ricordarmi della signora dei sogni? nooooooo!
     
    leggo della tua lunga avventura in giro per la sicilia…ma che bello! dimmi un pò, rivedendo la tua casetta, ti sei divertita a fare il giochino della settimana enigmistica nel trovare tutte le differenze ? "Quasi tutto come allora"! ihihih
     
    Onorata di far parte dei tuoi  amici " VERI E SINCERI " grazie ancora. Anch’io ho aggiunto un posto a tavola per un’ amica in più :-)
     
    A presto cara Ross…un abbraccissimo
    Valentina

  19. ciao ross,
    è un pò quello che provo io ogni volta che torno a firenze….. appena scesa dal treno respiro l’aria di casa e mille ricordi tornano alla mia mente….persone che hanno fatto parte della tua vita per un pezzettto di strada…. angoli di firenze che non esistono più se non nei ricordi….. dove c’erano prati in cui giocavo , ora solo  case……
    un sorriso
    monica
     

  20. Ti sembrerà una cosa da niente …
    é stato bello attenderti all’aeroporto …
    chiedersi " Chissà che si farà? " …
    studiare un abbozzo di itinerario da farti seguire
    ( -.- miseramente fallito a causa della pioggia ) …
    … e tutto questo per regalarti quel sorriso che tanto sa coinvolgere e scaldare me!
     
    Eh sì …
     
    E quanto tempo occorre per finire una birra e quel kebab?
    … quello di tanti abbracci … e mille racconti di noi …
    di chi siamo, di chi siamo stati .. e chi aspiriamo a non diventare!
     
    Si è parlato di tutto
    e non ci siamo sottratte a nulla, neanche ai brutti pensieri …
    Ti ringrazio per avermi permesso di conoscerti meglio.
     
    "L’importante è esserci" … ma anche nel verso giusto …
    Sei il miglior "collante" che io conosca …
     
    Ti abbraccio cara Signora dei Sogni …
    forte forte forte forte … FORTISSIMO!
     

  21. Ehm… ma così mi fai vergognare!
    Ricamare io? Magari… ancora mi sto allenando a tenere l’ago in mano senza pungermi
    Speriamo che qualcuno non mi mandi a fare la calza
    Un bacione

  22. Ciao Ross,
    è bello leggere le tue sensazioni…sembra di viverle con te…
    ti auguro di rituffarti nella quotidianità con questo entusiasmo…
    buona domenica
    ^Luce^

  23. ………si, la musica è ok, ma non solo quella…….

  24. ….e poi che vuoi che ti dica, lo sai anche tu, come lo sa Giovanna, io sono un uomo di poche parole……..e non so nemmeno quanto "conoscitore".
     
    Ma che vuol dire ? beh io lo considero almeno non negativo. 

  25. Miiii la sicula tornata a casa e poi sarei io il vagabondo, mia dolce signora non è che hai fatto apposta a far coincidere le date ahahahah un bacioto
                 essendo finalmente riuscito dopo circa 3 giorni di tentativi ad entrare qui scopro che il sistema non riconosce il mio spacessss……  sorriso

  26. @Ganfranco
    Mio ‘dolce’ signore… non lo feci apposta… giuro!!
    E poi come fai a dire che il mio blog non ti riconosce? Ti ho anche messo ‘nello scrigno’… ehehe
    Continuo ad avere dei dubbi sul tuo PC.. ;-)) prrr  

  27. Bellissimo reportage dell’isola e della tua vita vissuta sull’isola………..
    e la fortuna di ripercorrere con nuovi amici "trovati " in questo meraviglioso mondo web……
    tante emozioni del passato.
    Un saluto Renzo

  28. ti scrivo quì, perchè questi sono i "miei" luoghi… questi descritti sono i posti dove vivo, ed è bello vederli attraverso le tue parole…
    Il tuo distacco io l’ho notato eccome, mi sono chiesta il motivo, se avevo fatto o detto qualcosa che in qualche modo ti avesse potuta offendere, ma a quanto ricordo non mi sembra sia stato così, o se lo è stato non me ne sono accorta!
    Sono stata tentata a chiederti una spiegazione, ma non avevo una confidenza tale da poterlo fare, per cui mi sono limitata ogni tanto a venirti a trovare in silenzio…
     
    le scuse ovviamente sono accettate, e ti porgo anche le mie, perchè avrei potuto chiedere cosa era successo e non l’ho fatto… detto questo, per me si può ricominciare tutto da quì…
    a presto
    Sere

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...