OLDIES BUT GOLDIES

La vita può essere capita solo all’indietro,
ma va vissuta in avanti.
(Kierkegaard)
 
Questa frase di Kierkegaard, letta in qualche blog, mi gira in testa da un po’ di tempo. Può significare poco per un giovane, che di vita indietro ne ha poca, potrebbe (e lasciatemi usare il condizionale) significare molto per le persone ‘più mature’. Sì, perché questo non vuol certo dire che la persona con più anni sulle spalle viva guardando continuamente il passato.
Questo è uno stereotipo ormai sorpassato: le nuove generazioni iper-tecnologicamente avanzate e dal linguaggio futuristico crescono a macchia d’olio, ma le vecchie generazioni non sono ferme sul passo. Credo che per fortuna negli ultimi due decenni si sia assistito ad un ringiovanimento delle persone ‘over’ 40, e che oggi, molte di queste persone, possano a loro volta segnare dei punti in quei settori che sembrerebbero patrimonio esclusivo della gioventù.
Un modo per rimanere giovani? Forse. Forse una rivincita, un voler dimostrare che l’età può far rallentare il passo, ma non preclude l’apertura mentale.
 
E questo con un vantaggio. 
Il potersi girare indietro e guardare con un sorriso sulle labbra la vita già vissuta con le proprie conquiste.
E’ il momento in cui il ricordo diventa dolce… e la mente torna a vedere le foto ingiallite dal tempo, o a sentire le note di una canzone…
 
E sempre sorridendo dire: io c’ero…
 

Photobucket - Video and Image Hosting

Butterò questo mio enorme cuore tra le stelle un giorno,
giuro che lo farò,
e oltre l’azzurro della tenda, nell’azzurro io volerò.
Quando la donna cannone d’oro e d’argento diventerà,
senza passare dalla stazione l’ultimo treno prenderà.
E in faccia ai maligni e ai superbi il mio nome scintillerà,
dalle porte della notte il giorno si bloccherà,
un applauso del pubblico pagante lo sottolineerà
e dalla bocca del cannone una canzone suonerà.

E con le mani amore, per le mani ti prenderò
e senza dire parole nel mio cuore ti porterò
e non avrò paura se non sarò come bella come dici tu
noi voleremo in cielo in carne ed ossa, non torneremo…. Più

E senza fame e senza sete
e senza ali e senza rete voleremo via.

Così la donna cannone, quell’enorme mistero volò,
tutta sola verso un cielo nero nero s’incamminò.
Tutti chiusero gli occhi nell’attimo esatto in cui sparì,
altri giurarono e spergiurarono che non erano mai stati lì.

E con le mani amore, con le mani ti prenderò
e senza dire parole nel mio cuore ti porterò
e non avrò paura se non sarò come bella come vuoi tu
ma voleremo in cielo in carne ed ossa, non torneremo…. Più
E senza fame e senza sete
e senza ali e senza rete voleremo via.

Francesco De Gregori – La donna cannone (1983)

___________________________________________________________________________________________________________________

PS. ANNO NUOVO… VITA NUOVA!
      SI, OGGI, COMPLICE LA FEBBRE CHE ANCORA MI
      PERSEGUITA…. HO DECISO DI CAMBIARE ABITO
Annunci

24 risposte a “OLDIES BUT GOLDIES

  1. buona notte, anzi buon giorno cara Ross (visto che credo leggerai al mattino)…
    mi dispiace che sei stata poco bene, ma non credi che è spesso in questi momenti che si scrivono le cose più belle?
    concordo tutto pienamente… ed è fantastico per me trovare qualcuno che sia capace di esprimerlo così bene…
     
    apprezzo molto che hai letto tutto… prometto di provarci a scrivere more-sensly
    cmq tu non sei una di quelle che non passa più… e anche se non vele la pena parlarne… e sul numero di commenti… non dico che non li guardo… ma so bene quanto è relativo… ad esempio un commento tuo ne vale almeno 50!…
    😉
    ti auguro un buon fine-week restauratore e ristoratore…
     
    un bacione…
     

  2. Rimanere giovani dentro è la chiave per vivere al meglio la nostra vita….io sono dell’idea che il vissuto serva da lezione per il futuro ma che gli errori commessi non vadano rimpianti per sempre. Ci possono essere dei momenti nei quali dici: "se avessi fatto così!", ma in fondo che serve? A nulla. Guardiamo avanti senza dimenticare il passato!Un bacione Ross e riprenditi…. :-)P.S.: so che hai conosciuto più a fondo Sabrina e che ti sei iscritta al forum! Grande! 😉

  3. ma che bel vestitino nuovo…!…
    però mettiti il cappotto che sei delicatina in questo periodo…ehehhehhe…..
    un bacione vecchietta

  4. Buongiono,bello il nuovo vestito, riguardo al post penso che i limiti di una persona siano quelli di non accettare cose che non fanno parte della tradizione, è per questo che invecchiano, ma se riescono a parytecipare , nei limiti delle loro possibilità, quello che è proiettato al futuro …sono certo che il processo dell’invecchiamento rallenterebbe notevolmente…belin che ragionamento contorto! Spero di essere riuscito a rendere l’idea ….
    Sperando che la Roma non ci distrugga come ha fatto con il Catania, ti auguro di guarire al più presto.
    Un sorriso ed una cordiale stretta di mano….
    Gino

  5. Bella canzone e bello il nuovo look del blog. Mi spiace per la tua influenza: immagino che tortura sia per te il dover stare ferma in casa!!!  Per un periodo ho vissuto guardando soltanto alle spalle… ora invece ho capito che occorre guardare avanti ma facendo tesoro di ciò che ci siamo lasciati indietro. Molto spesso pensiamo di "correre" verso il futuro trascinandoci dietro un bagaglio pesantissimo con il risultato che di strada in avanti ne facciamo veramente poca. 😉
    Buona giornata
    Donatella

  6. Il colore grigio non ti dona… tu che sei così solare, anche se fa elegante… eheheh
     
    Senza il nostro passato non c’è presente e non ci può essere futuro perchè saremmo esseri senza storia.
     

  7. non so cosa pensasse esattamente il filosofo, ma so che io mi sono seduta all’incrocio dei sei sentieri del bosco di cophenaghen dove soleva sedersi per prendere una decisione importante ove si incrocia, la vita si guarda davanti e ogni decisione è l’esclusione di tante altre scelte. miriade di possibilità fatte fuori da una sola decisione….che cambia il corso della nostra vita.
    scusa l’intrusione nel tuo blog.
    saluti.
    Nucci

  8. uno dei filosofi che piu’ mi colpì..il primo ad essere citato nella tesina..;)

  9. Ciao Ross
    (sono l’altra metà di Mao)
     
    Mi spiace se stai poco bene, ma puoi sempre cogliere questa occasione per "autococcolarti" un po’ !!!!!
    Bello (come sempre) il tuo post
    Quand’ero ragazza temevo l’insuccesso al punto che preferivo rinunciare piuttosto che fallire
    L’età e la vita mi hanno fatto capire che l’atteggiamento era decisamente sbagliato, che i nostri errori – se commessi in buona fede – ci aiutano a crescere e farne tesoro ci rende forti.
    Meglio vivere di rimorsi che di rimpianti???? SI………….DECISAMENTE SI !!!! Naturalmente se il nostro comportamento non ha fatto del male a qualcuno.
    Tu sai che io vivo la mia vita in mezzo a tanti giovani e giovanissimi dai quali traggo a loro insaputa un’energia vita incredibile, ma ai quali posso offrire la mia esperienza e talvolta la mia "saggezza": li ho sempre trattati con rispetto e loro contraccambiano
    Stando in mezzo a loro guardo sempre avanti e solo quando serve pesco nel baule dei ricordi, ma sempre senza rimpianto, anzi………..mi sento ricca perchè quello scrigno comincia ad essere pieno.
    Io del mio passato più che gli episodi ricordo le emozioni che ho provato nelle diverse occasioni.
    Penso che il segreto stia nel "setacciare" ogni esperienza, trattenendone l’essenza, anche se è stata dolorosa o negativa e continuare il nostro cammino verso il futuro col sorriso sulle labbra.
     
    Un caldo abbraccio
    Marina
     
     

  10. @Marina
    Beh mi trovi d’accordo con te. In fondo quello che abbiamo alle spalle e quello che ci attende è solo VITA. Vissuta e da vivere, ma sempre vita. E credo anche che il ‘setacciare’ e far riaffiorare sensazioni (perchè in fondo il ricordo è proprio questo) sia un’azione del tutto automatica e a volte quasi involontaria. Il dolore legato a certe azioni non esiste più: non c’è l’immediatezza del vissuto per sentirlo, c’è solo il ricordo ‘dolce’ di qualcosa che è stato.
    Credo che il tuo vivere in mezzo ai giovani sia molto bello: da parte mia traggo insegnamenti quotidiani anche da questo mondo ‘virtuale’ dove la maggior parte delle persone che si confrontano con me hanno età notevolmenti differenti dalla mia.
    Ed è un piacere anche per me aprire quello scrigno… non è un vecchio baule relegato in una soffitta piena di ragnatele. Per mia fortuna…
     
    Ross
     

  11. sono d’accordo senza dubbio, credimi se ti dico che ci sono andata coi piedi di piombo scrivendo ciò che tu hai letto, anche se devo ammettere che atti del genere non meritano alcuna delicatezza, visto quello che qualcuno ha osato proporre e, ancora peggio, ha fatto di tutto per concretizzarlo. nei commenti mi sento molto più libera di dar voce e peso ai miei pensieri a riguardo, io sono schifata quando assisto a cose del genere, ormai sta diventando tutto un teatro di burattini, è inaccettabile avviare un processo di beatificazione nei confronti di un ragazzo capace di macchiarsi di un omicidio senza alcuna ragione, se non quella di sfogare la propria rabbia. mi dispiace più che altro vedere come la figura di questo ragazzo venga costantemente strumentalizzata, e mi rammarico della dabbenaggine di una madre che non capisce tutto questo, o che forse lo capisce, ma fa buon viso a cattivo gioco, entrando nella cerchia degli "arraffoni". non posso accettare di essere rappresentata da una figura simile, me ne vergogno, e per quanto concerne le persone che vanno a "rovinare" le intenzioni dei veri pacifisti ai cortei (persone che sanno cosa vanno a fare e che lo fanno nella maniera più civile possibile)….a loro consiglierei piuttosto una gita fuori porta…
    mi ha incuriosita parecchio la questione di "genova città da punire"…magari, se ne avrai voglia, me ne parlerai in modo più approfondito.
    un abbraccio grande donna
    alla mia Ross dalla sua Ross

  12. Grande anche in questo post, dolcissima Cucciola.
    Son sempre stata del parere che una visione…camaleontica (un occhio puntato in avanti e l’altro al passato) ci consente di andare avanti con sicura consapevolezza verso il nostro futuro.
    Le esperienze passate, belle o dolorose che siano ci danno l’input x misurarci con nuove prove, ed il bagaglio di vita vissuta si riempie e si riordina x lasciare spazio ad altre che giungeranno.
    Il cambio d’abito é la dimostrazione che sei in costante positiva evoluzione, e ciò mi rende triplamente felice.
    Adoro il grigio, soprattutto il gessato.
    Non necessariamente dev’essere interpretato come serioso e tetro, anzi…denota gran gusto ed eleganza 😉
    Ross-Sò-cia…..ti adoro!!!!!
    Un abbraccio strufuggsaltelloso!!!

     

  13. La pensiamo in modo molto diverso… ma va bene così!
     
    Però poi… sulle note di questa magnifica canzone di De Gregori… che ha mia età, sorridiamo insieme!!
     
    baci e buona giornata
     
    Spero che tu stia meglio… mi raccomando non prendere freddo… io mi sono fatta 1 settimana di ricaduta per avere fretta di uscire!

  14. CIAO
    GRAZIE DEL TUO COMMENTO
    ………….
    SIGNORA DEI SOGNI
    BE… IO SOGNAVO IL LIETO FINE
    CON IL MIO AMORE..MA E’ VOLATO IN CIELO
    ORA SOGNO
    CHE UN AMICA VINCA LA SUA BATTAGLIA
    …………..
    CHISSA’ SE, DICENDOLO A TE,LA SIGNORA DEI SOGNI
    QUESTO MIO SOGNO SI AVVERERA’
     
    UN ABBRACCIO
    BUONA DOMENICA
    MARINA

  15. Non puoi immaginare quanto mi abbia fatto bene leggere quello che hai saputo esprimere in questo tuo intervento.
    Te ne sono grato.
    Affettuosamente
                         Sandro

  16. Ciao Ross!!
    Che bello il blog!! E’ molto stiloso!! :-)
    Io posso tranquillamente definirmi un catorcio.. per via dei lavori intendo, i quali sono FINALMENTE TERMINATI!!
    Grande apertura martedì!!! Domani ho ancora qualche giretto da fare, ma ci siamo!!!! :-)
    Il "Giardino Fatato" apre la sua porticina di legno bianco a tutti voi!!!
     

  17. E’ bello aver presente il passato, le passioni mutano, restano i ricordi per leggere meglio il presente……. Per il domani……io sogno!! Un sorriso

  18. e ti pensavo si…anzi pensavo di mandarti un malo mms a quattro dita, ma poi ho pensato al topo e non ho voluto aggiungere altro…ahahahahha

    un bacione cara, ci sentiamo domani.

  19. ciao signora dei sogni,
    grazie per aver risposto all’appello fatto per me
    grazie per qver messo la lanterna come immagine iniziale deltuo blog
    la mia lanterna
    la mia zena
    ho 44 anni e mi hnno portato a genova che avevo 9 mesi
     
    e li sono vissuta fino a 10 anni fa
    non so se hai letto il mio blog
    è statto fatto per uno scopo particolare
    aiutare i malati di cancro a non subire discriminazioni
    e parte della storia è avvenuta a genova..
    sono stata operata all’osp sn martino
    al galliera ho fatto la prima terapia
    e fra una settimana tornerò su per farne un’altra
    ma di quelle di mantenimento
    e siccome il medico del galliera ora
    è primario all’ospedale di pietra ligure
    andrò li….ma quando vedo il mio mare
    e vedo questo della romagna ke tristezza
    ciao e grazie ancora per il mex
    la mia non è una gara ai numeri
    non so nemmeno come si fa un blog
    se non mi avesse dato una mano marina
    non ce l”avei mai fatta…sto imparando
    ma questo è un blog ke ha uno scopo
    poi ora mi metto sotto e imparo bene
    così fa farne uno ke quando mi sento ok
    ….ci scrivo un pò di belinate….almeno spero
    di riuscirci…sirem 

  20. C’è sempre collegamento tra passato, presente e futuro…le nostre esperienze , il nostro vissuto che condiziona il nostro oggi, le cose che oggi mettiamo in cantiere e che matureranno nel nostro domani…
    Anche i giovani ipertecnologici non sono immortali (di immortale pare ne abbiamo ancora uno, hai letto il corrire stamattina nel commento di Scapagnini "è davvero immortale" sob!!), e anche loro si voltano a guardare il loro ieri, e si spaventano molto pensando al precarissimo domani…
    Cerco di "esserci " …
     
    Fab

  21. pensiamo all’OGGI…un abbraccio…e un bacione, spero di essere presente nel tardo pomeriggio…
    smack

  22. Bellissima la tua nuova casa… molto chiccosa!!!
     
    Sono assolutamente d’accordo con la frase che hai scritta… è solo guardandola a ritroso che possiamo capire la nostra vita, darle un senso e magari accettare anche i nostri errori… e questa è una forza in più per andare ancora avanti, sempre meglio…
     
    Un sorriso e spero che l’influenza sia passata…
     
    Paola

  23. mi piace il tuo nuovo vestito…e mi piace guardare te come esempio mentre guardo la mia vita ke scorre…
    non aver rimpinti mai…
    se l’esperienza insegna…
    il futuro sara’ sempre piu’ vita…
     
    dolce notte Ross

  24. Poco piu’ in là delle mie spalle..ho lasciato un pò di ceneri …s’è incenerita la bolla di sapone ch’è stata la mia pseudostoria..e per la prima volta rivolgere lo sguardo a questa scena..non mi fa solo male,m’insegna !Per la prima volta m’insegna davvero.Bello poter dire che ho capito..pathei mathos..dicevano i greci!io dal mio dolore sto imparando…e quasi ne sono felice!Ma prima di dar altri segni d’instabilità emotiva ..volevo dire grazie anche a te che mi hai raggiunta nel mio post e dritta al cuore col tuo dolce pensiero.
    Baci
    Gabri

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...