Tu come stai?

Questo post doveva essere pubblicato ieri sera, poi i soliti problemi ‘ambientali’, uniti ad una mia poca lucidità, mi hanno fatto rimandare. Ma ora sento che devo scrivere. Devo farlo per me e per tutti coloro che hanno continuato a chiedermelo.
 
Hanno diritto ad una risposta. 
 
Questa non è la solita domanda retorica, quel ‘TU come stai?’ è una domanda diretta, è voler sapere cosa stai provando, se hai bisogno in qualche modo di ‘aiuto’, è ciò che a mia volta ho sempre chiesto alle persone che mi sono care. Non è la domanda convenzionale e distratta, la cui risposta non viene nemmeno registrata.
E mi accorgo ora che è una domanda a cui è molto difficile dare una risposta.  Mi scuso con chi me l’ha fatta e che ha ricevuto una risposta stupida  
‘non chiedermi come sto, non lo so’
 
Non è stato un voler tagliar corto, è purtroppo la verità. 
 
Troppe cose sono successe, ho attraversato troppe emozioni, non riesco nemmeno io a metterle in ordine logico. L’unica che mi viene subito in mente è la rabbia. Sì, un sentimento che a volte mi fa piangere, ma questa volta mi ha resa muta. Forse perché non riuscire ad incolpare qualcuno, non ti permette nemmeno di razionalizzarne le cause.
Rabbia, dolore, paura, incredulità, e di nuovo rabbia… ieri: rabbia nel leggere nero su bianco come una vita diventi improvvisamente polvere da spazzare via, rabbia nel vedere la superficialità delle persone, rabbia nel non poter abbandonare il capo su una spalla e piangere, senza che nessuno ti chieda nulla. 
 
Ho fatto tutto questo percorso da sola, forse un po’ come tutti: arrivati a questo punto tutti siamo soli.
 
E se volessi proprio trovare una risposta, mi sento come un giocattolo a molla, a cui sia finita la carica.  O meglio come una trottola… che gira per inerzia su se stessa…. finchè non perde la forza e si adagia al suolo…

Photobucket - Video and Image Hosting

12 risposte a “Tu come stai?

  1. ….ti sono vicino
    Fab

  2. gioia come ti ho detto ieri sera, purtroppo questo è un percorso che devi intraprendere da sola…..noi possiamo starti accanto però, possiamo risollevarti il morale, farti sapere attraverso i nostri " si va bene Ross…ma tu..come stai?" quanto ci teniamo a te e alla tua serenità…!
     
    un bacio grande quanto il mare che ci divide….(ehehhehe)….

  3. Eh, sì cara dolce Cucciola…innanzi a certe evidenze, certe esperienze si é portate a sentirsi proprio come quei giochini che necesitano della carica x andare avanti. Sì, le disavventure, le esperienze negative ed i dolori ci portano al punto che quella carica si esaurisce con il doppio della velocità. Però é altresì vero che c’é sempre una mano, anzi…tante mani che non vogliono vedere quel "ninnolo" immobile e senza energie….basta un sorriso, una strufuggiata, un incoraggiamento…e quella molla riprende la giusta tensione, e si ricomincia.
    Ognuno, a modo suo necessita di quel giro di chiavetta…nel bene e nel male….
    Ancora distante, ma x poco….ti abbraccio più forte che posso….

  4. non so cosa dirti, cara Ross, all’apparenza latitante,ma il mio pensiero era con te, e per quel poco che possono valere i miei auguri perchè questo momento passi presto… Ci manchi.
    appena avrò ancora il mio pc, verrò a cercarti, per dirti a voce quello che non ho potuto scrivere.
    Ti stringo stretta stretta, tanto è morbido… 😉
    Giulia

  5. Lungo il cammino incontriamo ostacoli su ostacoli, a volte sembrano insormontabili, altre basta un saltello, he op, ……………….. Molte volte si vorrebbe porgere la spalla fisicamente ed essere presenti facendo vedere il proprio sorriso per far sorridere, purtroppo non sempre è possibile…….. sappi che in qualche modo ci siamo……………………..

  6. Che succede, non ti ho mai vista così…… mi spiace, non so che dire…
     
    Un abbraccione forte forte
     
    Roberta

  7. Io, sto aspettando il momento in cui potrò permettermi di chiederti:
     " Ma, tu … come stai? Sei contenta? "
     
    Siamo tutti trottole …
    viviamo la vita …
    anche se non ne abbiamo più il controllo diretto …
    prima o poi cozziamo …
    arrestiamo la corsa …
    ci guardiamo negli occhi …
    e … bho …
    chissà cosa potrebbe accadere!
     
    Io,
    ti abbraccio dolce Signora dei Sogni …
    e ti stringo forte …
     

  8. Ross, la carica non si può esaurire se … una … tante mani … fanno un giro di chiavetta … Il Mio …il Nostro : " Tu come stai ? " leggilo e sentilo come … : " Ti siamo vicini " …
    Non serve scrivere molto .. TU sai che Noi ci siamo … e aspettiamo di sentirti dire : " Sto bene" …
    A presto e un bacione
    Mao

  9. Credo che ci sia ben poco da aggiungere a quello che hai scritto…
    Lascia che la rabbia si sfoghi, magari piangendo su una spalla virtuale ma non per questo meno reale…
     
    Un abbraccio e l’augurio che questo momento difficile passi in fretta…
     
    Paola

  10. Io ci sono, lo sai.
    E presto pure fisicamente.

  11. Ho letto e riletto il tuo post.
    E’ vero a volte non si sa come si è dentro.
    A volte ci si accascia pure come la trottola alla fine della corsa.
    Ma il giorno dopo la molla si ricarica nella stessa misura con cui noi crediamo che la vita sia un percorso da fare giorno per giorno per arrivare a quello che gli aborigeni ( come invidio Gionata !!!! ) chiamavano il sogno.
    Che tu te ne renda conto o no ( io credo assolutamente di si ) la vitalità e l’impegno che tu Ross metti nelle cose, ti porta giorno per giorno grandi e nuove energie, e questo è un segno del tuo percorso.
    Faticoso fin che vuoi, ma non inutile.
    Ieri mi sono incontrato con amici che hanno avuto diversi ( e seri ) problemi , ripercorrere i vari passaggi è stato un po’ come esorcizzare quei momenti terribili, ma mai una volta ho sentito la frase “ perché a me “ .
    La forza ricevuta nel passare quel guado ora ci “insegna” a come andare avanti.
    Camminiamo lungo una strada di montagna, faticosa ma piena di sorprese per occhi che sanno apprezzare la bellezza.
    Di sicuro tu saprai apprezzare, appena ti sarai riposata della fatica del giorno.  Anzi, ne vedi già la bellezza.
     
    Ciao Ross, buon anno.
    Fabrizio.

  12. Ciao Ross…un saluto
     
    Fab

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...