Vorrei essere una roccia.. un’isola

 
   I AM A ROCK  
 

Photobucket - Video and Image Hosting

 
 
A winter’s day
In a deep and dark December
I am alone
Gazing from my window
To the streets below
On a freshly fallen silent shroud of snow
I am a rock
I am an island
I’ve built walls
A fortress deep and mighty
That none may penetrate
I have no need of friendship
Friendship causes pain
It’s laughter and it’s loving I disdain
I am a rock
I am an island
Don’t talk of love
Well I’ve heard the word before
It’s sleeping in my memory
I won’t disturb the slumber
Of feelings that have died
If I never loved I never would have cried
I am a rock
I am an island
I have my books
And my poetry to protect me
I am shielded in my armor
Hiding in my room
Safe within my womb
I touch no one and no one touches me
I am a rock
I am an island
 
And a rock feels no pain
And an island never cries

 

(Paul Simon & Art Garfunkel)

 

Faccio pubblica ammenda, e, per Giulia e per tutti coloro che non conoscono l’inglese, ecco la traduzione del testo.

Un giorno d’inverno
Nello scuro e profondo dicembre
Sono solo
Fissando dalla mia finestra le strade
Ricoperte da un silenzioso manto di neve appena caduto
Io sono una roccia
Io sono un’isola
Ho costruito muri attorno a me
Una fortezza alta ed imponente
Che nessuno può penetrare
Non ho bisogno di amici
L’amicizia causa sofferenza
Sono le risa e l’amore che disdegno
Sono una roccia
Sono un’isola
Non parlatemi d’amore
Ho già sentito questa parola in passato
Sta dormendo nella mia memoria
Non voglio turbare il sonno
Dei sentimenti che sono morti
Se non avessi mai amato,
non avrei mai pianto
Sono una roccia
Sono un’isola
Ho i miei libri
E la mia poesia che mi proteggono
Sono riparato dalla mia corazza
Nascosto nella mia stanza
Al sicuro nel mio guscio
Non tocco nessuno e nessuno mi sfiora
Sono una roccia
Sono un’isola
 
E una roccia non prova dolore
E un’isola non piange mai

 

A mia parziale discolpa vorrei solo precisare che il pubblicare i testi in lingua originale è un mio riflesso spontaneo, assolutamente non intenzionale, dovuto solo ai troppi anni di esercizio, in parte causato dal mio lavoro e molto al mio percorso formativo.
Aver iniziato sin da bambina con il bilinguismo, mi ha sempre portato a concepire la lingua ‘straniera’ non come un ostacolo, e la curiosità di comunicare ha fatto il resto.

E mi scuso per la precisazione…

Advertisements

7 risposte a “Vorrei essere una roccia.. un’isola

  1. Questa cara Cucciola non la conoscevo….
    inutile dire che la faccio subito mia….:)
    Super smack!

  2. per un attimo ho pensato di aver cliccato nel blog sbagliato!!!!!
    hai anticipato la primavera? :-) hai fatto bene… MI PIACE!
    un abbraccio fortissimo
    alla mia Ross dalla sua Ross

  3. Uno dei motivi principali per cui mi rammarico di non capire un tubo dell’inglese è perdermi il testo di quanto voi postate in questa, per me maledetta, lingua di Albione. Oltre naturalmente le difficoltà che incontro in rete.
    E non è che non ci abbia provato a farmela amica, ma la mia idiosincrasia è ai livelli massimi.
    Vabbe, pazienza, ognuno ha i suoi limiti..
    Un saluto affettuoso ed una buona domenica.
    Giulia
     

  4. Grazie, grazie infinite… mi hai dato modo di godere di una canzone veramente stupenda, e si adatta moltissimo a certi stati d’animo miei dei tempi che furono.
    Lo so, carissima, non è una questione di età, ma di qualcosa proprio di inconscio.
    Non so se collegarlo al ricordo della mia prima prof di inglese, o a qualcosa di più ancestrale…senza scomodare teorie varie. :-P
    sai quante volte ho provato a studiarlo? in tutti i modi, almeno quel tanto che mi permettesse di capirci qualcosa.. ma inutile..
    Forse ho sbagliato ad arrendermi, ma credimi.. mi prende veramente il panico!
    E non scusarti, è normale per chi ha questa predisposizione.. Penso alla cantante Elisa che in una intervista diceva che lei addirittura PENSA in inglese direttamente..
    Ecco qui è l’unico caso che MUOIO D’INVIDIA!!!!
    uN ABBRACCIO
    Giulia
     

  5. una splendida canzone che non conoscevo, ritrovo momenti del passato…grazie
    e buona Domenica:-)

  6. Verissimo Ross ,
    la roccia non prova dolore e resiste a tutto ma … una goccia d’acqua può inciderla…
    La corazza con le lacrime …arrugginisce …
    L’ isola … la marea la sommerge ….
    Meglio ridere e vivere .. con i ricordi , ma ..verso la ..realtà e il futuro …

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...