La paura

Stasera lasciando l’ufficio alla solita ora indecente, ho trovato l’ascensore (o meglio il montacarichi, perchè quello c’è ) completamente al buio.
Arrivato al piano ho visto tutto scuro ed ho solo storto il naso pensando "come al solito hanno caricato il muletto ed hanno fatto fuori il neon !!!" Poi sono entrata e dopo aver identificato il pulsante per la discesa grazie al mio accendino, ho chiuso tranquillamente le porte e sono scesa.
Devo dire che al buio la discesa mi è sembrata più lunga, e mi sono soffermata a pensare a quante persone al mio posto avrebbero preso le scale (e ridendo, ho pensato subito al mio ex marito… lui non prendeva mai da solo l’ascensore, piuttosto 6 piani a piedi… eheheh).
 
 
Già, credo che chi soffra di claustrofobia oppure abbia semplicemente paura del buio sarebbe stato veramente in difficoltà al mio posto. 
Io no, e non perchè voglia fare la stoica, è così. E mi sono sorpresa a riflettere su quali siano veramente le cose di cui ho veramente paura.
 
Ricordo che da bambina sono stata abituata a non aver paura del buio e non temere il ‘fatidico’ uomo nero, e neppure tuoni e lampi.
Un piccolo incidente di percorso, mi causò la fobia dei cani, ma fu solo temporanea, finchè mio padre per riappacificarmi con la specie animale, ne adottò uno che visse con noi per 14 anni.
Poi ci fu il periodo del NO alla motocicletta, ma solo perchè l’avevo provata con mio nonno ed ero spaventata all’idea di risalirci! Ma anche questa passò, e sono diventata un buon passeggero per fuoristrada turistico e per lunghi viaggi, fino a guidare io stessa un Cagiva T4 con Hollins da cross
!!
Non ho paura dell’altitudine, sia essa uno sguardo da una terrazza all’ultimo piano della Tour Eiffel a 310 metri (sì, una volta si arrivava fino lì!), da una funivia ad una sola campata sui monti della Valtournanche o dal finestrino di un aereo. Adoro le giostre di ogni tipo, altalene comprese.
Non ho paura del mare profondo, anzi… nelle acque basse non mi diverto…
Non ho paura ad uscire da sola di sera, sia che mi trovi a Genova, Londra, Atene o Palermo…
Non ho la classica paura dei topi, dei ragni… solo quella dei serpenti, ma per fortuna non ne incontro spesso !
 
Se continuo così, qualcuno mi crederà Wonder Woman !!!
 
Ma per fortuna, anche io ho paura di qualcosa.
 
 

Photobucket - Video and Image Hosting

Innanzitutto del dolore fisico, anche se poi, come tante altre cose, lo si supera gradatamente, ma quello che più mi spaventa è la paura che deriva dal sentirsi soli.
 
E’ un dolore sordo che ti attanaglia, che ti fa rimettere in discussione tutto ciò in cui credi, che ti porta ad addossarti le colpe di una vita.
 
Questo è ciò di cui ho paura.
 
E voi?
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Advertisements

20 risposte a “La paura

  1. Ciao, io ho molte paure…prima di tutto della nebbia quando sono alla guida…poi delle giostre estreme…quindi dei balordi che frequentano gli stadi e fanno casini, infatti sono parecchi anni che vedo le partite in tv..io che ho passato una vita in gradinata sud!…
    anche la solitudine fa paura…non ho paura del mare ma gli porto il massimo rispetto..e sono sempre andato in barca a pescare con tutti i tipi di mare…le vipere mi fanno paura,ma meno della cattiveria umana…e poi c’è una cosa che mi fa talmente paura che non riesco nemmeno a scriverla…
    Un sorriso ed una cordiale streta di mano.
    Gino
     
    P.S. riguardo al copyright , aspetto che ci sia un po più di chiarezza, per il momento metterò scritti di antichi scrittori e magari scriverò qualcosa di diverso aspetto l’ispirazione.
     
     

  2. una grande paura ce l’ho anche io, come ogni essere umano che si rispetti.
    Credo sia la madre di tutte le paure: perdere le proprie capacità mentali.
    Vabbè dirai che nel mio caso non è una grande perdita ma io sono affezzionata a quei quattro neuroni che stazionano nel mio cervello.
    Un bacione Rossa e buona giornata milanese

  3. io mi ritrovo spesso a pensare di aver paura che possa succedermi qualcosa e lasciare i miei cari nel panico e nella confusione, non che pensi di essere assolutamente indispensabile, nessuno lo è nella vita, ma penso che la mia figura sia troppo importante, sono un faro per le mie piccole, e pensare di venire a togliere loro questa certezza mi sconvolge..-
    Non ci sono particolari condizioni a farmi cadere in questo baratro…( garzie a Dio sto bene )…ma è un fobia che da un pò di tempo mi porto dietro..:-(
    smack
     

  4. ciao carissima! avendo tre figli ho paura che possa succedere loro qualcosa di brutto…o che succeda a me,lasciando i miei cari soli e pieni di dolore. ho un marito che spesso va all’estero per lavoro e la mia paura è ricevere una telefonata e ritrovarmi senza il mio compagno di vita. poi ho paura di camminare sulle grate e di passare sui ponti…. quando mi capita di andare a napoli e mio marito passa per genova,sul ponte…io chiudo occhi,stringo a pugno le mani..e canticchio!!sarò malata????

  5. Ma ciao, Cucciola.
    Quello che volevo scrivere rispecchia perfettamente il pensiero di Marilù e la Rò. Sono le mie stesse paure.
    Posso elencare invece con sollievo ed orgoglio quelle che ho sconfitto, e che ora mi vedono sorridente e vincente:
    adesso prendo l’ascensore senza farmi più tante mene (merito di Babi, mi ha dato una solenne lezione!), prendo gli aerei senza più ricorrere agli ansiolitici, e….visto che viaggio spesso…adesso mi diverto pure; dopo aver fatto il primo tattoo mi é passato definitivamente il terrore degli aghi (presto ne farò un paio nuovi), e……ho detto basta agli attacchi di panico…finalmente!
    Ehm…..però i ragni…grandi, piccoli, junior, senior, lisci o pelosi che siano…..mi terrorizzano!
    Datemi una sedia che ci salgo sopra, e qualcuno dia una botta a quel coso che cammina sul muroooooo!!!
    Un abbraccio mega con strufuggi a gò-gò!

  6. Paura…
    due le mie grandi paure, una personale ed è quella della malattia, di non essere più autosufficiente, di "andar giù di testa"
    e l’altra è che possano ammalarsi le persone che amo, anche se inevitabilmente i mie genitori non potranno essere eterni…
    La solitudine non mi fa paura in questo momento ma pensando ad un futuro più o meno lontano magari essere soli potrebbe essere non solo triste ma anche complicato, per questo con qualche amica più o meno coetanea abbiamo deciso che quando saremo tutte in pensione ci troveremo una bella casa in campagna, una giovane signora che ci faccia da governante e ci godremo in compagnia la nostra vecchiaia :-)
     
    Un sorriso… donna coraggiosa!
     
    Paola

  7. @Marilù
    Sì, capisco benissimo la tua paura, e devo dire che anche io ne sono sempre stata affetta. Solo che, la recente esperienza, mi ha fatto capire che chi viene colpito da questo male non se ne rende neppure conto.
    Per esempio, già sarei più terrorizzata da una malattia che mi renda non autosufficiente.
    Ma il mio discorso era basato su altri presupposti, non su mali fisici.
     
    @Catia Sò e Rò
    Devo dire che la vostra risposta è stata ovvia e scontata e comprensibilissima.
    Purtroppo io ragiono sempre come singolo, perchè tale sono… :-(

  8. Io ho tantissime paure.
    Trovo che ciò sia perfettamente normale.
    Se non avessi paura, la mia vita sarebbe in ogni istante a rischio.
    Se non avessi paura di buttarmi giù dal terrazzo…addio Sandro!
    Le paure, se consapevoli, assicurano comportamenti giusti ed equilibrati.
    Non è più così se le paure sono immotivate ed inconsapevoli.
    In questo caso siamo di fronte a disturbi psicologici ed è opportuno 
    ricorrere alle cure di un neuropsichiatra  o di uno psicanalista.
    A questo punto mi chiedo rinuncio a volare o mi rivolgo ad uno psichiatra?
    Un affettuoso saluto
     
     
     

  9. Ho trascorso anni a domandarmi come mai sia successo proprio a me. Tra le mille cose che possono capitare ad un uomo perchè proprio l’omosessualità? Sono un ragazzo carino, simpatico,colto,intelligente,indipendente,non ho problemi di salute ne economici, eppure… Eppure ho qualcosa che ancora molti in questa società non digeriscono,qualcosa che non si può scegliere. Una volta sentì mia madre che chiacchierando con le amiche di una famiglia in cui c’erano 2 figli, uno omossessuale ed un tossicodipendente,disse ironicamente: ”Non so cosa sia peggio…”  Avevo 17 anni,ma da quel giorno la mia paura più grande è diventata la consapevolezza che un giorno anche lei ne soffrirà immensamente. La paura di deludere,di dare un dolore troppo grande da sopportare alla persona che più si ama,la paura di non essere accettati. Ed ancora,la paura che non cambi mai nulla,di rimanere soli e senza nessuno che si occupi di te quando non potrai più farlo da solo,queste sono le paure mie e di chi lotta quotidianamente contro le discriminazioni. Sentirsi al buio,ma non avere a disposizione nessun accendino che possa farti luce.
     
    Un abbraccio signora dei sogni. Maredentro.

  10. Buongiorno a tutti e soprattutto complimenti alla nostra Signora dei sogni, che riesce sempre a mettere degli interventi dove poterci confrontare. Le mie paure? Quella di perdere ancora le persone care, di rivivere ancora questa grande sofferenza. Quel maledetto fato, che ti porta via le persone che ami, per malattia o per cause inaspettate. Adesso vi dico una cosa che mio padre mi ha insegnato …. ci salutavamo sempre, un grande bacio prima di uscire, poteva essere anche l’ultimo … fortunatamente ho salutato per l’ultima volta …sia lui che i miei giovanissimi fratelli!!! Certo il dolore non si placa ma ricordare quell’ultimo istante è importante. Scusate per essere stata un po’ macabra.

  11. @Nadia
    Ti ringrazio per i complimenti.
    E credo che in fondo il blog sia proprio questo… confrontarci e comunicare.
    Buona giornata!

  12. miiii… mi scantai!
    mica avevo sentito profondo rosso dei gobelin…

  13. Rossa posso scrivere due parole a maredentro?
    Ok come se…
    @ maredentro
    Vai per la tua strada e sii sereno.
    Non sei un fenomeno da baraccone ma un essere umano come me e gli altri.
     
    grazie Rossa, sempre ospitale… eheheh
     

  14. @Marilù
    Ovvio che puoi e io mi associo ovviamente.
    Sono la ‘signora’ del non ti curar di lor ma guarda e passa!!
     
    Povera.. ti scantasti?? non voglio essere la causa involontaria dei tuoi capelli bianchi! ;-)))
    Baciuzzo

  15. Visto che si parla anche di buio, io lo adoro. A volte lascio come unica luce quella di una candela, o lo schermo del pc. Non è una questione di risparmio energetico ma mi piace starmene al buio (tranne quando ho voglia di leggere, mannaggia!)… Cerco di girare per casa senza aiutarmi con la luce e cercando di non rompermi le ginocchia :-D
    Ho imparato ad amare il buio nel periodo più brutto della mia vita. Non ne ho mai avuto paura, neanche da bambina. Ma quando sono stata male "dentro", passavo le giornate al buio, ranicchiata a letto. Era l’unico conforto. Ora invece mi rilassa e poi davvero gli altri sensi si acuiscono. Percepisco meglio i suoni intorno, gli odori.
    La mia paura? E’ di poter stare di nuovo male come "allora" o anche quella di restare invalida.
    Buona giornata
    Donatella

  16.  
    Come vedi passo a trovarti…
     
    Buonasra Ross, tutto bene
    mi auguro…
     
    La paura è uno dei tanti istinti
    insiti nella personalità di ognuno
    di noi…
     
    Il temere di sentirsi soli, è un pò
    colpa di chi si sent così…
     
    Magari non si è adoperato meglio
    a far si che questo non sucedesse
     
    Eppure basterebbe aprire la porta
    e guardare fuori…
     
    La vita è lì che ci stà aspettando…
     
    Max
     
     
     
     

  17. Contrariamente a te, cara wonder woman ;-), per me non basterebbe un intero blog per fare un elenco di paure varie…..
    mi tengo strette le mie fobie, e sono innumerevoli……. dalle più ridicole alle più serie……..
    dalla zanzara in poi, non smetterei più……..
    in questo istante te ne cito un paio, ma giusto come esempio…….
    la paura di essere frainteso, che spesso diventa consapevolezza……… e la paura di diventare l’ossessione di qualcuna……..
    ma poi l’elenco è lunghissimo…….. concordo con la paura della sofferenza fisica, mentre come avrai notato dal mio prendermene gioco, non ho affatto paura della morte! ALLEGRIAAAAA! ;-))))
    quanto alla tour eiffel, io non posso salire neanche sul primo livello di una scaletta, quindi immagina ;-)))
    abbracci e buon weekend

  18. Buon fine settimana!
     
    Graziano
     

  19. Ciao,
    mi trovo qui non so da quale blog…
    ma sono entrata di proposito.
    La cosa che mi ha colpito è il tuo sorriso a bocca aperta, pieno di gioia…
    dai di serenità e di felicità….
    Ho letto il tuo post…interessante…wonder woman eh eh eh
    Io mi rispecchio in te, anch’io ho pochissime paure, forse perchè da piccola son stata un maschiaccio e i maschiacci…no, non avevano paura di niente!!!!
    Solo gli scarafaggi, ma non è paura ma terrore…per nn dre schifo he he
    Un altra cosa che ci accomuna son le giostre…nonostante la mia età io tutte le volte ci provo, un giretto su giostre scapestrate me lo faccio…massì, divertiamoci mi dico… he he …sotto gli occhi allibiti di mio marito…
    Spero di non averti annoiata…
    a me ha fatto piacere conoscerti…
    Buona giornata Signora dei sogni…
     
        Marian….:)
     

  20. Ciao Ross.
    Io ho una sola paura…..quella di buttare il tempo, Augusto ( dei Nomadi ) in una sua canzone diceva che se avessa saputo che la sua vita sarebbe stata interrotta cosi presto non avrebbe impegnato così male una parte della sua vita.
    Insomma….questo è un pericolo vero…e di altro che che ci può essere.
    Anche qui però un rimedio c’è.
    Rifare il viaggio.
    Un saluto, Fabrizio
     

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...