IO… la ribelle…

Ieri sera mi hanno detto che leggendomi (forse riferito all’ultimo post ???) sembro una ragazza ribelle.
La cosa mi ha colpito. Non mi sono mai vista in questi panni.
E’ strano poi come una frase buttata lì per caso da una persona che mi conosce poco (ma devo dire, molto intelligente!!!) e che io, a mia volta, conosco poco, abbia aperto il mio baule dei ricordi.
 
E subito mi è tornato alla mente il personaggio di un libro per ragazzi che mi è sempre rimasto impresso. 
Ma non solo questo, i ricordi non escono mai da soli, non riesci a selezionarli, e trascinano con se immagini… 
 
Rivedo mio padre che tutto orgoglioso, mi insegnava a leggere e scrivere a 5 anni, con l’aiuto di una trasmissione televisiva, "Non è mai troppo tardi",  creata per ridurre la piaga dell’analfabetismo del dopo guerra .. era il 1960… con il famoso Maestro Manzi.
 
Rivedo mia madre, con me per mano e mia sorella di un anno in braccio, prendere il treno (la famosa littorina.. ehehe) per scendere in città e, come d’abitudine, dopo aver fatto la spesa, comprare qualcosa per me e per mia sorella: un vestitino per lei, e per me un libro… Mi regalavi un libro ed io toccavo il cielo con un dito, non un gioco o una bambola. Un libro.
 
Ricordo la spalliera del divano letto del salotto, di un colore rosso bordeaux, che aveva un alloggiamento apribile per contenere coperte e cuscini per il letto, ed era invece piena di tutti i miei libri… anzi, strapiena, che a volte si apriva tipo molla e buttava fuori …’Capitani Coraggiosi’… o … ‘L’isola del tesoro’… ‘Piccola Kitty’…o… ‘Lord Jim’ … oppure lui, quel capolavoro della letteratura per ragazzi che era (ed è ancora, secondo me):
 

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

…’Piccole donne’ di Louise May Alcott…
 
 (PS. questa foto l’ho trovata in rete, ma il mio aveva una copertina diversa…
era su sfondo verde, cartonata e rigida…)
 
Il racconto di 4 sorelle, tutte diverse tra loro, Amy Beth Meg e … quella ribelle di Jò… che portava i capelli corti e voleva fare la giornalista, che già lottava per la sua emancipazione, e andava contro corrente…e che era il mio personaggio preferito!
 
Quante volte ho riletto quel libro…
 
In fondo, forse chi ieri sera mi ha definito ‘ribelle’ non aveva tutti i torti…
 
 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Annunci

14 risposte a “IO… la ribelle…

  1. Se per ribelle si intende pensiero autonomo divergente, fuori da schemi e mode, da condizionamenti socio-culturali…
    allora ribellissima sei ah!

  2. adoro quel libro, perchè mi riporta indietro nel tempo, io lessi pure il 2°…Piccole donne crescono…e i pianti per la morte di Beth non sono stati normali, amavo molto il personaggio di Jo….e adoro te…vedo la stessa caparbietà….voglia di scrivere….incurante dei steriotipi e felice di mostrarsi senza filtri;-)
    un bacio cara Ross e buon we…

  3. anch’io tifavo per Jo…però ancora non mi va giù che non si sia sposata con Laurie…
    ciao Ross, quante cose in comune si scoprono …

  4. cara Jò,
    mi preoccupa il fatto che ricordo esattamente tutte le cose delle quali parli…….
    dal maestro Manzi alla littorina…… al libro Piccole donne che avevo anch’io e il cui relativo film vidi anche al cineforum della scuola elementare (!!) 😉
    ma dimmi……. Frate Mariano non lo vedevi? ;-)))
     
    un abbraccione

  5. @Capo
    Con questa confessione… sono preoccupata anche io ;-))
    E per Frate Mariano… sì, confesso che mia madre ci ha provato… ma io trovavo sempre la scusa che avevo i compiti da fare!
    ahahahahh

  6. Letto anch’io, ma non mi ricordo nulla, eppure dicono che dopo una certa età si ricordi meglio il passato. Ricordo più che la trama il fatto che lo fregai a mia sorella, era un regalo di natale, lei si appropriava dei miei:  (capitani coraggiosi, Ricardo cuor di leone)………….
    Sicuramente l’argomento no era il libro “piccole donne”.          Un sorriso

  7. @Gianfranco
    No… l’argomento non era quello!
    Ma ‘Riccardo cuor di leone’ non l’ho mai letto… e invece mi ricordo bene anche il David Copperfield…;-))

  8. Credo che ogni bambina facesse il tifo per Jo… mi sembrava l’unica vera della famiglia! :-))
    Quanto a "ribelle"… beh direi che ti si adatta piuttosto bene…
     
    Un sorriso e buon we.
     
    Paola

  9. Ehm, ma….non era Padre Mariano??? :)
    Eheheheh io lo vedevo sempre con il babbo convalescente, ricordo il suo "Pace e bene"…poi di quello che diceva ovviamente….entrava di qua…e usciva di là.
    Oops…Cucciola, mi sono persa un attimo…eheheheh….
    La copertina del mio "Piccole Donne" era viola…ricordo di averlo preso in biblioteca e mi é piaciuto così tanto al punto che l’ho fatto sparire misteriosamente x non doverlo restituire….e dopo i casini di rito con la bibilotecaria che ovviamente si son pelati  i miei…..ta dah! Il libro é tornato a far bella mostra di sé sulla mia scrivania e lo tengo tutt’ora come una reliquia.
    E’ proprio vero che i ricordi sono come le ciliege….parti con un flashback, e come d’incanto e seguono altri in ordine….
    L’altra sera mi sono vista a "Porta a Porta" alcuni "Carosello" e confesso di essermi emozionata ricordando perfettamente le pubblicità ed il contesto della cucina dove alla sera io ed i miei ci riunivamo x vederlo prima che andassi a fare la nanna.
    E’ certo che tu sei una ribelle….imbrigliata negli stereotipi e nell’ovvietà non ti ci vedo proprio….é proprio questo tuo uscire dagli schemi che ti rende speciale.
    E guai a te se cambi! 😉
    Un abbracciottero super forte!

     

  10. @Sò
    Sai che ci pensavo oggi dopo che ho pubblicato la mia replica? Certo che era Padre Mariano… ed era un frate…
    Solo che non ho avuto tempo di correggere visto il casino che c’era in ufficio…
    Questa volta le tiro io le orecchie a Mr. Pignol… ma già… mica si parlava di musica qui.. ;-))

  11. sei ribelle non perchè sei anticonformista ma perchè hai stroffa da vendere, perchè da quel poco che una persona che ti conosce poco può cogliere si comprende che hai coraggio per questa vita, che affronti le tue sfide giorno per giorno … per questo sei ribelle perchè sei testarda nel raggiungere i tuoi obiettivi e nel affrontare il tuo quotidiano!!
    SEI GRANDE ross !!

  12. ciao ross,
    anche per me piccole donne è stato il mio libro preferito e anch’io mi identificavo con jò…. e ti faccio pure una confessione quel libro ce l’ho ancora e ogni tanto mi piace rileggerlo, ho cercato che le mie figlie lo leggessero, ma non ha funzionato….. un’altra generazione…
    un sorriso
    monica

  13. volevo essere il numero 13…………………….. 😉

  14. eh si devo dire che anch’io mi sono sempre rivista piu’ in lei…adorabile quel libro!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...