Gocce di memoria

La radio a stecca, con l’ultimo pezzo del maestro… finalmente un po’ di musica ascoltabile dopo i  tormentoni… davanti a me solo strada, chilometri di nastro asfaltato, senza traffico, solo qualche camion che arranca sui viadotti in salita.
Il contachilometri segna 130… da manuale… la macchina scivola silenziosa. Uno sguardo allo specchietto retrovisore e vedo che la burrasca si sta addensando alle mie spalle. Affronti la curva successiva e dal viadotto passi ad un tunnel lungo e in curva e all’uscita resti  a bocca aperta: un arcobaleno enorme!
Sarà un segno? o alla fine dell’arcobaleno  troverò la pentola d’oro?’ e sorridi da sola, già perchè non hai mai creduto alle leggende e nemmeno ai segni del destino.
 
 

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

 
Che buffo, solamente in auto, quando da sola macino strada che mi allontana dal passato e mi avvicina al futuro, riesco a pensare.
Penso e nello stesso tempo registro il paesaggio attorno a me. Come la prima volta che un anno fa percorsi questa strada a me ignota. Ora è come se fossi sulle mie autostrade liguri, dolci saliscendi ma per fortuna meno gallerie… Ed è un mettersi alla prova, ricordare le uscite, e tutto quello che mi circonda. E nonostante tutto, non riesco a distogliere l’attenzione dalla strada.
 
E quella materia astratta e fluida, che si insinua in ogni tuo essere, che traspira dalla tua voce, dai gesti allo sguardo, la memoria… riemerge, torna indietro di anni che sembrano secoli, e ti mette davanti un paesaggio simile ma più vuoto, meno case, meno auto, e grandi spazi aperti.
 
Ecco, fino qui l’ho già percorsa, ora ci avventuriamo su un tratto sconosciuto… E lei, la memoria mi tira la giacca… mi ricorda che non è del tutto sconosciuto… "ricorda bene, concentrati" 
 
… e tu allora vedi un’auto verde brillante, con una coppia a bordo e due bambine sul sedile posteriore… e sento chiara la voce di mio padre
 
Shannin, non ti muovere che altrimenti nello specchietto non vedo nulla’…
 
Vedi un bivio e parli con la tua memoria
‘sì, avevi ragione, questa strada la riconosco’
e poi a voce alta ‘sai, papà, credo che tu saresti fiero di me…’
e ricordi TUTTO.
 
Fai la tua  telefonata:
"Sono sulla superstrada, mi  dici come faccio  ad arrivare da te?"
 Ascolti e cerchi di memorizzare i vari passaggi
‘poi semmai richiama quando sei più vicina che ti veniamo a prendere’.
 
Mezz’ora dopo richiamo
‘se ti dico che ho appena parcheggiato davanti al tuo portone, cosa mi rispondi???’….
 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

13 risposte a “Gocce di memoria

  1. … e la pioggia che va, poi ritorna il sereno …
     
    Coccolati, piccola grande Ross!
     
    Buona vacanza,
    Donatella

  2. @Donatella
    Non ci crederai ma questo vecchio pezzo dei Rokes era il mio preferito… e adoravo (e adoro) Shel Shapiro…
    Quante volte al posto della radio in auto usavo il mio vecchio mangiadischi…

  3. Sono ancor più che convinta….
    quell’arcobaleno non era lì x caso….
    secondo me, l’ha fortissimamente voluto il tuo babbo x dirti : "Shannin, io ci sono….e ti voglio bene. Bentornata!".
    Buon proseguimento, Cucciola.

  4. che dirti abbraccio coccoloso?
    ha sempre lo stesso effetto…
    sei sempre meravigliosamente tu…
    bellissimo averti qui tra noi…VAGABONDA…
    TVB GRANDE ROSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS

  5. …signora dei sogni lei scrive proprio da Dio!!! 😉 …viaggiare è un gran modo per depurare lo spirito. Buon proseguimento!!!

  6. ciao e da molto che non venivo da te ………….
    j’espere que tout va bien ma belle ! 
    je te souhaite un très bon w.e
    et te fait d’énormes bisous
                           Phélie

  7. Lo sai cosa ti ho risposto… ahahah
    E ora ancora chilometri in macchina
    e poi prenderai il volo (sic)
    instancabile, sempre pronta ad andare e a tornare
    col vento in poppa e il sorriso nel cuore.
    Bello averti avuta qui.
    Un bacione

  8. E chi puo’ mai dubitare della tua memoria e della tua capacità di essere un fulmine?

  9. Rosssss ciao buonanotte con baciotto e pizzicotto   Elisa
     

  10. Cara Ross, non correre troppo: pensa a noi. E torna presto!

  11. Ben tornata a casa………………… 😉

  12. DISGRAZIATO è COLUI CHE NON POSTA PIù SUI BLOG DEGLI AMICI CI CI CHE COMPRANO BEGONIE ROSA ANTICO!!!
    TVB!! I’M BACK (per ora hahahhahahahahhahahhahahha)! Forse per il sesto senso, forse per il tempo, forse solo per autonarcisismo ma ti ho sentita vicino in questo tempo!
    Passa passa!!!

  13. Bellisima la frase del macinare la strada che ti allontana dal passato e ti porta verso il futuro.
    Senza volerlo, proprio in questo periodo ne stò macinando tanta di strada, andando inconto al futuro a passi lunghi e ben distesi.
    Perchè il passato……..è passato!!! Il futuro mi stà aspettando…….
    Ben tornata Ross…ti vedo bella raggiante e ne sono felice. Baciottolo
    GianFranco
     
     
    P.s! Spero tu non sia passata a vedere quella mostra……non ti sei persa assolutamente niente.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...