Comunicazioni di servizio

Scritti, poesie e foto vanno bene per il mio salotto… ma ogni tanto credo sia necessario mettere i piedi per terra. Ed il mondo attorno a noi necessita di qualche attenzione. Nella sola giornata di ieri mi sono giunte due ‘notizie’ che fanno pensare.

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

La prima riguarda le concessioni che stanno per essere appaltate per il WIMAX, la tecnologia di gestione e trasmissone dati del futuro, l’altra le azioni che sono state intraprese (e tenute sotto silenzio dai media) da una casa discografica contro il dilagare del P2P. Su quest’ultima notizia, che non amo diffondere in stile terroristico, ho chiesto l’aiuto di un amico, che ha eseguito delle ricerche per verificarne la fondatezza e che ne ha confermato anche gli sviluppi recentissimi.
 
Mi astengo da commenti che sarebbero ovviamente di parte e lascio i link per chi volesse informarsi.
 
 
E grazie a tutti, come sempre per la presenza.
 
*****

WiMax e il diritto alla conoscenza

"Tra poco lo Stato assegnerà le frequenze WiMax. E’ il punto di non ritorno per il libero accesso alla conoscenza. Dopo non si potrà più tornare indietro. Il WiMax è una tecnologia che permette di trasmettere e ricevere segnali senza fili a distanze di decine di chilometri. Elimina l’ultimo miglio e il pedaggio di Telecom Italia. Le comunità locali potranno rendersi indipendenti e collegarsi a Internet.
Se il WiMax finisce in mano agli avvoltoi delle compagnie telefoniche, come ho detto nel mio intervento di Rozzano a Buora e a Ruggiero, verrà trasformato in una me..da ad alto costo. Peggio dell’adsl.
Ogni cittadino dovrebbe avere per nascita il diritto di accesso alla conoscenza.
Esiste una petizione on line che vi invito a firmare per il vostro futuro, per il diritto alla conoscenza e per non essere, almeno una volta, presi per il c..o.
La petizione chiede che almeno 1/3 delle frequenze venga riservato ai cittadini per associazioni senza fini di lucro, come i comuni e gli enti locali, e senza alcuna tassazione diretta o indiretta.
Firmate la petizione su
: http://www.petitiononline.com/wmaxfree/"

 

 
ATTACCO AL P2P
Leggete la discussione su
 
 
 
 
 
 
Annunci

4 risposte a “Comunicazioni di servizio

  1. E’ proprio vero che in Italia facciamo di tutto per complicarci la vita, o meglio far sì che i grandi complichino la vita agli esseri normali che chiedono, per l’appunto, di essere liberi di esprimere le proprie voglie di esseri liberi………
    Fermate l’Italia………voglio scendere!!!!!
    Gian

  2. carissima,
    io faccio parte di quelle persone che per usura da troppe promesse "me basta un par de scarpe nove e m’accompagno da me"
    ma se mi stuzzichi….. ecco che il sig. Gentiloni ne ha una di più da contare.
    E poi, anche non subito, con calma, se qualcuno mi vorrà spiegare come mai quelli che armeggiano con i telefoni sono tutti abbronzati ricchi e pieni di mogli…..
    grazie, buona notte

  3. Brava Ross, bisogna pubblicizzare per far conoscere come stanno le cose.
    Grazie:*

  4. …………
    firmata petizione
    Fab

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...