Sulla cresta dell’onda

‘Che fai stasera?’
‘Niente … perchè?’
‘Viene un’amica a prendermi alle 18 e andiamo a vedere le Tall Ships. Perchè non ci raggiungi al Porto Antico?’
 
Le avevo già intravviste domenica passando in sopraelevata (e avevo già lanciato qualche ingiuria contro chi, rallentando a 30 km/ora, stava causando problemi alla circolazione), ma, come sempre, non avevo voglia di lanciarmi nella folla che gremiva il Porto Antico. Per strana contrapposizione di idee, sono felice che Genova sia diventata una meta turistica, almeno in concomitanza con certe manifestazioni, ma non amo la confusione. Preferisco godermi la mia città semi deserta, nelle mattinate d’inverno o nei giorni d’agosto, quando tutti la abbandonano…
 
Ma la voglia di vedere questi giganti del mare l’avevo eccome… Nonostante io lavori nel settore e in 32 anni ho visto navi e megayachts da favola, nel mio immaginifico, la barca per antonomasia è solo lei: la barca a vela.
 
E quindi ieri sera, contando sul fatto che fosse un giorno feriale, mi sono avventurata… Devo dire che mi sono trovata davanti una miriade di persone (e conseguente coda ai parcheggi… Arrabbiato) che non mi aspettavo, ma appena scesa dal Silos vedermi davanti ‘LEI’… mi ha ripagato di tutto il nervoso!
 

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

 
LEI è ovviamente la nave emblema della nostra Marina Militare … la AMERIGO VESPUCCI con il suo fascino del vecchio legno e degli ottoni lucidati, con una superficie velica che si immagina appena nel vederla ormeggiata e con le vele chiuse. E’ la nave che ti insegna la vita di bordo, la tecnica e la disciplina, cose indispensabili per un marinaio… doti che ti salvano la vita …  Sì, evidentemente sono di parte, figlia di un marinaio e con una passione sviscerata per il mare e per la vita che si svolge sul mare… e sorridevo nel vedere gli allievi Ufficiali con divisa impeccabile e spadino…
Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

Ad onor di cronaca, oltre la VESPUCCI, il Porto Antico ospitava anche la seconda nave scuola italiana, la PALINURO, più piccola rispetto alla nave ammiraglia, e poi navi scuola della Marina Militare argentina, rumena, russa e uruguayana.
 
Ma questa manifestazione non è riservata esclusivamente a navi militari: infatti, nelle acque antistanti l’Acquario ed i Magazzini del Cotone e il Ponte dei Mille, erano ormeggiate centinaia di barche a vela, con le coperte in teak che rilucevano nel sole del tramonto.
 

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

Una festa di alberi, velature e sartie, e Gran Pavesi issati, che la sera illuminavano l’acqua … una Genova diversa e pronta a festeggiare questi grandi velieri che da qui salpavano alla conquista dei mari… uomini ed imbarcazioni, un tutt’uno che nel corso dei secoli scorsi ha dato lustro all’antica Repubblica marinara, per capacità, intraprendenza e conoscenza delle terre emerse. Molto spesso eroi sconosciuti in patria… ma che alla loro Genova sono stati sempre indissolubilmente legati.
 
E Genova… ringrazia!
 
 

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

Advertisements

10 risposte a “Sulla cresta dell’onda

  1. si resta  a bocca aperta a guardarla.. è bellissimaaa!! me la compri? ^^

  2. è meravigliosa……sangò t’accattu io a matri:-))))))
    baciooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo 

  3. Ricche di fascino …avevo visto il servizio in televisione qualche giorno fa e ne avevamo parlato per telefono, ma senza dubbio dal vivo hanno tutto un altro fascino 
    ciao
    Fab

  4. Ciao Ross,
    devo confessare che anche io mando accidenti a chi intralcia la sopraelevata. Ieri non ho potuto resistere e , quando ci son passata, ho rallentato, mi son messa sulla destra, e mi son goduta lo spettacolo.
    Anche io figlia di navigante (e da questo è nata la mia passione sviscerata per il mare ed i viaggi), penso che  l’imbarcazione a vela sia la migliore. E lo spettacolo più bello sarebbe stato vederle all’arrivo o alla partenza, quando le vele sono spiegate…….Sì bello anche visitarle…già fatto in um altra occasione…, Ma la cosa più bella è navigare a vela, un rapporto speciale tra uomo e mare…indescrivibile….
    un bacione, Carla

  5. @Carla
    E devo dire che oggi ho proprio visto la partenza della Vespucci dalla finestra del mio ufficio, anche se, le vele non sono spiegate… visto che escono a motore dalla diga foranea :-((…
     
    Sono d’accordo con te sull’indescrivibile, ed anche io so cosa vuol dire andare a vela, sentire solo il fruscio delle onde lungo la carena ed il silenzio del mare, che è un silenzio carico di parole …  

  6.  ciao ross….sn sincera…nn ne capisco proprio nulla di barche a vela e navi….ma leggere e vedere quello ke hai postato mi ha lasciato a bocca aperta…la tua descrizione sul legno lucido….sulle luci….su tutto ciò ke ti circondava….beh…mentre leggevo era cm se le avessi davnti ankio…. :)))
    bellissima la tua passione ross…
    tvb bella!!!! ciau   Nica

  7. io ricordo la signora dei mari..attraccata nel mio porto piccoletto ma c’era solo lei… e non ti dico  gli ufficiali li sul ponte..che spettacolo.. non ero sola quel giorno c’era mia figlia e dall’ora la passione per i marinai….e per la marina!!!! credo che per quanto la tecnica e lo sviluppo per la costruzione delle navi.. nulla può  competere con il colore del legno,il senso di libertà che gli alti alberi ti danno anche senza vele spiegate,e poi… anche se non figlia di marinaio..amo il mare e solcare le sue onde,..ops mi fermo  qui altrimenti tra un,pò tiro su l’ancora… grazie  ross per questo spettacolo che hai dato  della tua genova.. nb ho seguito  il servizio in tv  del fattaccio ahhh non era  coinvolgente come l’hai presentato tu a noi ..notte  

  8. Ed io ti ringrazio x questo emozionantissimo report fotografico….
    Che ora associo alle descrizioni di Lui presente sabato all’arrivo della Vespucci, era emozionato come un bimbo ed ha contagiato anche me…
    Semplicemente….spettacoloooooooooooooooooooooo!!!!

  9. Io ci sono stata sabato pomeriggio al porto e ho fatto una coda lunghissima per salire a bordo della Vespucci (la seconda volta a distanza di circa 33 anni). Che peccato non avere più l’età: le ragazze erano così carine con la loro divisa!
    Buone vacanze
    Donatella 

  10. vbn+’0,.-°§ §àèpo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...