Pausa e relax

Domenica 14 ottobre, le ore 17. Come da tradizione, dalla Marina 1 della Fiera di Genova, si levano le sirene delle imbarcazioni. E’ il segnale che chiude, come ogni anno, il Salone Nautico Internazionale. E’ il segnale che aspettavo da giorni: non ricordavo da 7 anni un impegno così pesante e faticoso. Faticoso mentalmente. Sette anni fa le problematiche erano di altro tipo però. Oggi che credevo tutto risolto, mi accorgo che a farla da padrone, per questi nove giorni, è stata la mia insoddisfazione professionale. Ed è grave. Grave per un lavoro che ho sempre amato e rispettato, che mi ha portato a rappresentare con orgoglio la mia azienda e che oggi non mi dà più le stesse sensazioni.
 
E si riaffaccia prepotente la mia voglia di fuga. Nove giorni a contatto con il mare, a vederlo e viverlo giornalmente, ad uscire passando sul pontile in mezzo ai ketch, con quella voglia irrefrenabile di salire sulla passerella di una imbarcazione e fare vela.
Da domani, si rientra nei ranghi. Ufficio, abitudini, telefono e PC  a collegarti con il resto del mondo.
Ed una voce che da oltre tre mesi, ti dà il buongiorno e che ti dice:
 
‘Ho voglia di scappare’
‘Anche io! mi hanno portato dei cataloghi con delle belle manifestazioni in lucchesia a Novembre. Che ne dici? torniamo a Barga?’
‘No. Questa volta vengo a Genova… ricordati che dobbiamo sempre vedere quel tramonto’
‘E chi se lo dimentica! e dobbiamo anche andare a Camogli e a Dolceacqua’
‘E a bere un buon bicchiere di Rossese…’
 
Non so perchè, ma mi è tornato subito il sorriso…

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

 

 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

13 risposte a “Pausa e relax

  1. sorrido leggendo questo post, ma il mio è un sorriso amaro, sospinto dalla consapevolezza sempre più radicata della totale insoddisfazione a livello professionale…
    e dopo 25 anni non credo più in quello che sto facendo, e l’unica certezza sempre più salda che sta consolidandosi come una colonna di cemento armato è che lavoro esclusivamente e solo per il dio denaro che puntualmente arriva il 27 di ogni mese!
    e questa è anche fortuna, perchè esistono anche persone che non hanno il mio stesso appuntamento alla fine del mese….
    e sorrido anche con cinismo ed una punta di cattiveria, pensando che domani avrò la possibilità di mandare a cagare quei tecnoburocrati con la mente ormai frullata da dati di produttività che pretenderebbero che dal 22 al 24 mi recassi proprio dalle tue parti per fare quel corso di 3 giorni saltato per le ben note vicende di un mese fa!
    ti chiederai: ma come fai a saperlo se non ci hai messo piede? te l’ha detto qualcuno?
    no, non mi ha detto nulla nessuno!
    la realtà consiste nel fatto che il loro sistema informativo è un colabrodo, e la loro fortuna nel fatto che non sono un hacker malintenzionato…
    perchè?
    onestamente perchè ho già fatto presente alla direzione generale le falle esistenti, anche molto gravi nel servizio internet on line, dove (e me lo devono ancora spiegare) sono state carpite le mail di iscrizione grazie alle quali arrivano mail di pishing!
    sconcertante, vero?
    ti hanno detto grazie, ora provvediamo?
    silenzio tombale!
    credo sia stato il mio ultimo gesto di professionalità: ora ho esaurito tutte le riserve di professionalità, e si va avanti solo perchè dal lontano intravedo il dio denaro!
    per fortuna che soddisfazioni ed interessi le ho altrove e mi ripagano molto più al di là delle mie aspettative!
    buon rientro fra noi Lady dei Sogni!

  2. dimenticavo: ho sentito che si beve!
    orsù, si cominci!

  3. @Capitan Gattock
    Tutto vero, ma è un discorso che abbiamo già intrapreso varie volte. La differenza tra la piccola industria ed il tuo covo di tecnoburocrati è grande. Non dimenticare l’MMS che ti ho mandato ieri…
    Si beve? No… noi beviamo… io ed il mio ‘interlocutore’ ;-))) e… sinceramente, non vedo l’ora!

  4. @Capitan Gattock
    Dimenticavo… ricordati di notiziarmi subito domani! Altrimenti scendo a Roma e facciamo i conti… e sai che piede lungo… quello che dice fa ;-))

  5. Beh la motivazione è importantissima per fare bene… a volte mi sento così anche io a lavoro. Suona il campanello d’allarme e mi butto a capofitto come gli struzzi nel lavoro… Però spesso viene il dubbio che ci sia qualcosa di molto meglio là fuori.

  6. l’entusiamo scende..ogni volta che ci si affanna per poi non aver ciò che desideriamo..il lavoro è una parte fondamentale per ognuno di noi..soltanto a pensare che è la ns sopravvivenza..eppure mi sale alla mente ,chi invece decide di abbandonare questo vita per viverne un’altra ..per strada..dove le priorità sono diverse ,e dove il vedere   con tempi diversi l’alba e il tramonto..ed ecco che mentre penso a questo mi rivedo accanto a qualcuno pure io..e a quante cose ancora insieme si potranno fare e allora il lavoro  che era la ns priorità non è + tale..

  7. come sento lontano ormai tutto questo….le cronoscalate la mattina per lasciare le pupe a scuola….ed essere sepmre presente e in orario in un luogo nel quale ho buttato 18 anni della mia vita…-
    ci pensavo ieri, a come avevo lasciato il mio ufficio, e a come è diventato oggi….un ambiente senza più ne capo ne coda….la differenza tra me e te è che io c’ho creduto fino all’ultimo….nonostante le incomprensioni, i problemi e quant’altro…ho lottato con le unghie e con i denti  per salvare l salvabile, ma non è servito a nulla…a nulla è servita la speranza ,la professionalità,l’impegno profuso, l’esperienza e il sacrificio….dall’alto è arrivata la sentenza e non c’era rimasto altro che accettare la sconfitta…è trascorso quasi un anno da allora,sono senz’altro oggi più serena…ma mi è rimasta la delusione,principlamente nel vedere le rovine e la devastazione…-
    Carissima amica…bevi anche alla mia salute…e goditela tutta:-)
    un bacione e biuona giornata

  8. Dolceacqua: ci ho vissuto soltanto pochissimi mesi, nella casa prestata da una mia amica, proprio nel borgo antico ai piedi del castello. Un locale che per un certo periodo era diventato galleria d’arte, affacciato in un carrugio, con le pareti rustiche, di pietra viva. Non era molto illuminato, però ci sono stata così bene.
    Un abbraccio

  9. Sorriso dolceamaro il mio….da una parte il pensiero che Dolceacqua vi attenderà a braccia aperte, che c’é un meraviglioso tramonto da godere, che é finito lo stress del Salone e finalmente torni con noi a deliziarci con i tuoi post. Dall’altra, l’amarezza x quella cosa che volenti o nolenti dobbiamo considerare quotidianamente, xk ci da sostentamento….E conoscendoti (d’altronde non potrebbe essere altrimenti visto che mi ci immedesimo assai) so bene quanta passione ci metti nel tuo lavoro e come te la prendi quando le cose non vanno come vorresti… Solo che in questo caso si parla di insoddisfazione ed é ancora più grave….xk quando mancano gli stimoli tutto diventa estremamente pesante….
    Non so se un abbraccio può servire a mitigare questo disagio….ma sicuramente questa tua voglia di fuga ci accomuna….:)
    Bacio grande.

     

  10. @Rò
    Io ho già passato quello di cui tu parli e di ‘anni al vento’ ne ho buttati 26… e non ci voglio ricadere. Sono stanca di subire le scelte sbagliate e di vedere che tutto il lavoro che faccio e costruisco sia gettato via.
     
    @Antonella
    Non è l’entusiasmo che è calato… mi accorgo al contrario  di essere l’unica ad averlo.
     
    @Nando
    Sono sicura che ‘fuori’ ci sia qualcosa di molto meglio… e non capisco (e non accetto) xkè debba restare … fuori…

  11. Il tuo post, mi ha indirettamente illuminata su quanto volevo chiederti da un po’, ma non osavo.
    Buona bevua, Ross, anch’io idealmente alzo il bicchiere con te..
    Giulia

  12. Ross… tutto non si può avere…
    ed una persona che sa farti tornare il sorriso
    val bene anche qualche insoddisfazione lavorativa…
    Giusto?
     
    Paola
     
    Ps bevete anche alla mia salute…

  13. Il bello della vita è proprio questo…trovare quando meno te lo aspetti l acapacità di tornare a sorridere
    Grazie  Ross.
    A presto
    Fab

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...