Neuroni vaganti

Che razza strana che siamo noi umani. Abbiamo memoria lunga per fatti  che andrebbero dimenticati o almeno accantonati, e su questi addirittura facciamo convegni e pensiamo di riscrivere la storia…
E intanto la storia ci passa accanto e noi non la vediamo. Qualcuno dirà che questa non è ancora storia, almeno nella sua accezione comune. Ma è pur sempre il nostro quotidiano.
 
Accadono fatti per cui ci indignamo, urliamo e facciamo manifestazioni, grazie alla Rete corre il passaparola inviando migliaia di e-mail, firmiamo petizioni, occupiamo intere serate televisive a parlare e parlare e discutere … e poi? Tutto finisce nel dimenticatoio… come gli scontri in Kenya, i monaci birmani, il terremoto indonesiano che ha fatto crollare le poche cose rimaste dopo lo tsunami, solo per citarne alcune. Molte altre se ne potrebbero aggiungere.
Niente. La nostra mente, diventa una lavagna dove qualcuno si diverte a pulire tutto col cancellino (oddio.. so che questa reminescenza scolastica tradirà la mia età!).
Oppure quel ‘qualcuno’ siamo noi stessi.  A volte mi chiedo se è un fatto di memoria selettiva, se è un rifiuto cosciente oppure no. E ancora, se è un fatto tipicamente italiano o è più diffuso.
 

 
 
Comunque, dopo aver visto in diretta alcuni fatti della seduta di oggi del Senato della Repubblica, non so se posso dar torto a chi – deluso – diventa un fan de L’isola dei Famosi Il grande fratello

"il destino è un mare che non ha sponde"
 

Cosi recita un aforisma che mi ha regalato oggi un amico, al quale ho risposto

‘allora, oltre ad essere provvisti di una imbarcazione in buone condizioni, bisogna essere anche ottimi nuotatori’.

Forse è per questo che all’estero dicono che l’Italia sia il paese dei Santi, dei Poeti e dei Naviganti?
 
 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

Advertisements

10 risposte a “Neuroni vaganti

  1. Io vorrei diemnticare un sacco di cose, anche alcune banali, eppure mi tornano sempre in mente!

  2. Può essere cara Cucciola, può essere…e possiamo aggiungere tranquillamente anche nuove voci a quello che si dice abitualmente all’estero di quel bel Paese chiamato Italia….
    Trovo che tutto ‘sto ambaradan abbia la connotazione di un grosso, grossissimo mixer da cucina: si inseriscono quotidianamente nuovi ingredienti, si pigia il bottone e….vige la regola del più resistente, nel senso che gli accadimenti più significativi (nel bene, ma soprattutto nel male, xk il bene purtroppo non fa notizia, non fa audience) continuano a vagare nella boccia balzando in modo repentino alla nostra attenzione, finché la "lama" avidissima di altra merce da triturare non avrà omogeneizzato definitivamente quei contenuti, e già si sarà riaperto quel coperchio e giù ancora vagonate di cose che ci martellano il cervello e rimbalzano in ogni trasmissione, da quelle cosiddette "d

  3. (Mannaggia alla tecnologia, partito involontariamente il comando errato)…
    …"Di cartello", fino alle rubrichine delle piccole emittenti private che a loro volta annoverano uno stuolo di opinionisti più o meno accreditati e sicuramente improvvisati che necessariamente devono dire la loro.
    Adesso si parla di Governo, magari fra una settimana ci sarà una nuova strage, fra un mese una nuova polemica, una catastrofe (sgrààààt!).
    X segnalare una "voce fuori dal coro", io che sono una appassionata di "Matrix" la trasmissione di Mentana lo sto tenendo x così dire d’occhio da quando ha iniziato ad interessarsi in modo serio e motivato alla strage delle acciaierie "Thyssen Krupp", xk aveva promesso che dopo 3 puntate fatte "a botta calda" si sarebbero interessati a cadenze regolari agli sviluppi della vicenda. Devo dire che finora é stato di parola….se va avanti così non posso fare altro che levare tanto di cappello…
    Tornando a quanto scrivi, effettivamente é sconvolgente come la memoria possa elaborare e poi rimuovere altrettanto velocemente notizie ed avvenimenti….
    Sicuramente sarà in parte "colpa" dei media che ci inondano quotidianamente di parole sottolineando cose e tralasciandone altre, però, però….spesso é la nostra mente che resetta proprio come faceva quel mitico cancellino in feltro….
    Questo sì, questo no….
    Va molto ad intelligenza e sensibilità….
    A volte appunto un fatto marginale e superficiale può lasciare un solco, xk ci interessa e magari di un evento che fa sensazione non ce ne può fregare di meno….
    L’importante é non perdersi nel gregge e saper sempre ragionare con la propria testa….
    E si spera sempre che certe trasmissioni da Te citate possano soccombere sotto il peso di qualche trasmissione finalmente intelligente.
    Questo sì che é un sogno!!!!
    Un abbraccio.
     

  4. Sto seguendo anche io il dibattito al Senato… no comment
    Sono allibita
    Buona serata

  5. Gli elefanti perdonano ma non dimenticano, noi siamo l’esatto opposto: dimentichiamo ma non perdoniamo.
     

  6. con una certezza innegabile: stiamo tutti navigando su un paese che si chiama Titanic

  7. @Sò
    Ho smesso di credere da molto tempo a trasmissioni televisive e soprattutto ai giornalisti (e non è che Mentana abbia un bel curriculum…). Ridatemi Biagi e Montanelli… e potremo riparlarne.

  8. il mio stupido cane

    la parola in tanti la pensiamo,diciamola pure,rivoluzione…
    quanto al dimenticare,forse non è solo italiano,ma sai com’è…
    il made in italy è sinonimo di qualità!!!!
    TUTTI IN ORDINE SPARSO!!!!!!

  9. io sto battendo il record.. la Tv di casa mia è spenta da mesi ormai.. l’informazione mi viene dalla rete e da diverse fonti.. e quando una cosa non convince basta vederla sulle testate estere.. e me ne faccio un quadro come dire..meno di parte… L’INFORMAZIONE IN ITALIA E’ MORTA DA UN PEZZO!! UCCISA DAL LECCACULISMO..
     

  10. ciao Ross, ho scritto per mezzora e poi ho cancellato tutto…..somigliavo troppo agli sputasentenze che ben conosciamo, non ho più voglia Ross di dare pugni nel vento….. voglio vivere a modo mio, con i miei tre sacchettini di spazzatura (derisi dai vicini); con la libertà di dire carogna a chi ha fatto una carognata , anche se è  mio compagno; guardare in faccia i giovani arroganti e dire apertamente: no non vi capisco, non vi capisco ma vi amo….. Intanto cara Amica non so se lunedì potrò entrare a Messenger prima delle 23, c’è sempre chi ha il coltello dalla parte del manico…..certo cambiare, pagare la penale, aspettare l’altro server oppure cambiare numero di telefono…..sembra facile….(telefono con tele2 dal 2001 e pago un ADSL da 24 € al mese) non vorrei fare la guastafeste, ma non è lontano il giorno che per tenere uno spaces dovremo pagare…..grazie della tua partecipazioneti abbraccio forte

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...