Per Non Dimenticare

Son morto con altri cento, son morto ch’ ero bambino,
passato per il camino e adesso sono nel vento e adesso sono nel vento….

Ad Auschwitz c’era la neve, il fumo saliva lento
nel freddo giorno d’ inverno e adesso sono nel vento, adesso sono nel vento…

Ad Auschwitz tante persone, ma un solo grande silenzio:
è strano non riesco ancora a sorridere qui nel vento, a sorridere qui nel vento…

Io chiedo come può un uomo uccidere un suo fratello
eppure siamo a milioni in polvere qui nel vento, in polvere qui nel vento…

Ancora tuona il cannone, ancora non è contento
di sangue la belva umana e ancora ci porta il vento e ancora ci porta il vento…

Io chiedo quando sarà che l’ uomo potrà imparare
a vivere senza ammazzare e il vento si poserà

e il vento si poserà…

Io chiedo quando sarà che l’ uomo potrà imparare
a vivere senza ammazzare e il vento si poserà

e il vento si poserà e il vento si poserà…

Canzone del bambino nel vento (Auschwitz) – Francesco Guccini

 

 

"Se è esistita Auschwitz, Dio non può esistere."
(Primo Levi)
 
 

Repubblica Italiana – Legge 20 luglio 2000, n. 211

Art. 1.
1. La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.
Art. 2.
1. In occasione del "Giorno della Memoria" di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinchè simili eventi non possano mai più accadere.

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

7 risposte a “Per Non Dimenticare

  1. Ecco: affinché simili eventi non possano mai più accadere.
    Perché il ricordo non sbiadisca anno dopo anno, ma rimanga presente ed indelebile nella memoria di tutti.

  2. Che impressione passare sotto a quel cancello.
    Io ci son stato.

  3. Che orrore…

  4. MI CHIEDEVO  QUANTO DAVVERO TUTTO QUESTO PARLARE ….PER NON DIMENTICARE  POSSA RIMANERE DENTRO LA NUOVA GENERAZIONE?
    UN ABBRACCIO

  5. .. e pensare che c’è chi è convinto che non sia mai successo…

  6. troppe cose accadute ti fanno venire il dubbio che Dio non possa esistere veramente

  7. Qualche anno fa, forse 5 o 6 non ricordo bene, ho conosciuto Marta Ascoli (autrice del libro "Auschwitz è di tutti") durante una "camminata" attraverso un borgo carsico, presso Trieste. Mi ospitò per un caffè a casa sua. Mi racconto un po della sua vita in quell’orrido e dopo qualche giorno tornai in visita alla "Risiera" che tristemente la mia città ospita. La "Risiera di San Sabba", l’unico "campo" di sterminio d’Italia, con tanto di forni crematori. No, non si dimentica, non si deve dimenticare, non si può, solo, solo mi chiedo: non è che a ricordare sono sempre coloro che hanno una coscienza e basta? Quante etnie distrutte nei secoli ed ora tutte con poca memoria se non in chi ha ancora questa sensibilità. Del resto Rossana, come sai, la storia non si insegna se non a frammenti sempre più piccoli e ben "ordinati".
    Caramente, T.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...