Trasformazioni

C’è un assunto che ho sempre rifiutato: il "cambiare".
Se qualcuno mi dice ‘ma come sei cambiata’ … si fa un nemico. Credo (e spero sinceramente) di essere ‘sempre stata così’, solo che agenti esterni mi hanno, nel corso degli anni e delle varie fasi della vita, obbligata a mitigare certi aspetti. E già questo mi disturba non poco… mi fa pensare a come tutte  le convenzioni e il conformismo, o semplicemente il voler piacere o non dispiacere a qualcuno, ti obblighino a porti in modo differente da quello che sei in realtà.
Poi capisci che per quanto fai, ci sarà sempre chi ti vedrà in modo diverso, ci saranno persone a cui non piacerai comunque. Non che sia un obbligo il piacere, ma per quel mio carattere un po’ "diplomatico" (forse retaggio del mio segno zodiacaleSorriso), non ho mai cercato la ‘rottura’ o la prevaricazione, ma il confronto su basi civili e corrette. Ed è a questo punto che ti rendi conto del muro di gomma che sta dall’altra parte. Ti accorgi che l’errore (se tale può essere definito) è nella controparte, nell’interlocutore che vuole a tutti i costi catalogarti, definirti, inquadrarti.
 
Eh no! allora non ci sto.
 
Non mi piace chi fa ‘di tutt’erba un fascio’ e non mi piace entrare nella ‘media’.
Quindi, alle ortiche anni di comportamenti da "brava ragazza", di tempo perso a dare certezze a chi non ha proprio capito nulla di me. Se non lo ha fatto finora, di sicuro non so proprio come illuminarlo, e per certo, ora non mi interessa più farlo.  Sono una donna orgogliosa del proprio cervello e allo stesso tempo della propria anima romantica, fiera di tutto ciò che è riuscita a costruire nella vita, senza appoggiarsi a nessuno, e, a meno di un improvviso attacco di demenza senile, continuerò a farlo.
E soprattutto a battermi contro ciò che non mi piace, a fare l’avvocato del diavolo o la cattiva coscienza, ad andare contro corrente.
 
Perchè di tutte queste elucubrazioni domenicali?
 
Perchè ieri… dopo una vita… mi sono avventurata nel "salotto buono" della città per cercare di acquistare dei capi d’abbigliamento… e mi sono invece ritrovata a trascinare lentamente le mie gambe (e chi mi conosce sa come odio camminare piano!!!) tra una folla di persone che fanno dell’apparenza e del consumismo sfrenato la loro sola ragione d’essere.  Sembrava di essere tornata indietro di 30 anni, quando pur di stare con le amiche si andava a ‘fare le vasche in Via Venti"… ho colto dialoghi degni della peggiore letteratura post boom economico, ragazzine e mamme che potevano entrare di diritto tra il cast di format stile ‘Grande Fratello’, urtata da persone maleducate che nemmeno ti chiedono scusa, commesse che con fare da navigate opinioniste consigliavano su questo capo o su quell’altro (il che mi ricordava molto le massaie di una volta che al macellaio chiedevano accorate ‘cosa mi consiglia di fare oggi da pranzo?’) … ho trovato i capi che cercavo e nonostante fossi in un negozio chic, ho rinunciato a provarli perchè c’erano solo due camerini, indebitamente ‘occupati’ per oltre mezz’ora da mamme che facevano provare un guardaroba come quello della Barbie a due bimbe che al massimo avranno avuto 10 anni, e ho pure rimediato una storta alla caviglia Arrabbiato!!!
 
Se c’era un motivo per cui non mi piaceva frequentare questi posti quando ero più giovane, beh quel motivo è ben radicato e continua ad esserci!
 
Non ditemi quindi che IO sono cambiata!
 
Sono sempre la stessa solita imperturbabile
immarcescibile inossidabile incontrovertibile
ineccepibile ineluttabile inarrestabile incorruttibile
… RIBELLE!
 
 

Photobucket

 

(e come tale… adoro i gatti neri!!!)

 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

Advertisements

8 risposte a “Trasformazioni

  1. ….che fortuna!!..ti conosco da ora ora ….(meno male)….che bel sorriso hai….;-))….
    riposati e metti del ghiaccio!!ciao!!

  2. E mi piaci così.
    E guai a te se cambi.
    La tua descrizione del nostro "salotto buono" (nostro, xk sta lì ed ogni tanto capita di doverlo frequentare..lo shopping é sacro) é stata quantomai azzeccosa.
    Abbondano i decerebrati (senza distinzioni di sesso) che davvero consumano le suole su e giù senza combinare assolutamente nulla, fanno volume e basta.
    Odio la categoria delle commesse da te enunciate ed ancor più il fatto che la gente utilizza i camerini come fosse una succursale di casa propria. Sarà x questo che non mi misuro mai nulla e compro sempre ad occhio? :)
    E x quanto mi é possibile cerco di fare in modo di non fare spese al sabato pomeriggio altrimenti prima o poi mi leggerai sulla cronaca nera come artefice di una strage di dimensioni spropositate.
    Se ti serve una mano fammi un fischio.
    Baci.

  3. e non provare a cambiare mai:-)))
     
     
     
    bacio bacio

  4. …come ti capisco..ti prometto che quando..non se….;-)..organizzo ti dico per tempoo..
    sud america aspettaci!!!ciao!

  5. Eppure mi sembravi giusto il tipo da shopping del sabato per le vie sovraffollate del centro… :-P

  6. sai cosa?
    tu mi spiii io lo so!!
    domani  te ne canto 4:-)
    promesso!
    fino allo shopping eravamo gemelle.
    Io per la Didi compero a scatola chiusa e lei indossa a scatola chiusa anzi
    detesta provare le cose anche a casa e anche solo per vedere se le stanno!!
    che dici mi devo preoccupare??
    un bacio

  7. Ma ne hai sempre una……non ti và mai bene niente……..sempre a lamentarti!!!
    Ma non cambi mai!!!!!! :PPPPP
    GianFranco.

  8. io spero sempre che i vestiti – più pantaloni in verità – mi crescano nell’armadio, per non avere l’impiccio di andar per negozi.
    siamo in due, mia cara ragazza!!
    ( ooooooodio la folla domenicale )

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...