Dialoghi tra la Ross e … non so…

 

immagine mostra. L'Italia a tavola, Nelle immagini fotografiche della Biblioteca Vallicelliana (1860 - 1970)

"te l’ho detto che sono stata a Madrid?"
"sì, mi avevi detto che saresti andata. Allora? ti sei divertita?"
"sìììì… è bellissima! peccato che siamo stati poco. Domenica mattina alle 9 avevamo già il volo di ritorno"
"sono stata in Spagna varie volte e la conosco abbastanza bene. Ma Madrid mi manca!"
"mi è piaciuta veramente tanto, e poi gli spagnoli, così allegri. Ora mi è venuta voglia di vivere a Madrid"
"fallo! scappa da questo paese. Io lo dico sempre ai giovani. Non fate il mio errore…"
"eh…ma come si fa? ci vuole coraggio… "
"mah, non so se si tratti di coraggio o meno. E’ che c’è sempre un qualche legame che ti trattiene, che sembra impedirti di fare il grande salto. Poi gli anni passano ed è brutto dirsi ‘se me ne fossi andata via… chissà’"
"cosa vuoi dire?"
"voglio dire che per me, che ho avuto la fortuna di conoscere due lingue da bambina, che a 20 anni me ne andavo già a spasso per l’Europa da sola, beh sarebbe stato meglio tagliare il cordone ombelicale e andarmene"
"dove saresti andata?"
"sicuramente in Francia… avrei potuto proseguire gli studi a Montpellier… o anche a Digione"
"e perchè non lo hai fatto?"
"perchè… forse perchè avevo paura che i miei sentissero la mia mancanza, o perchè volevo far vedere loro che sarei riuscita a farmi una vita normale… non lo so… so solo che oggi rimpiango di non averlo fatto"
 
Ma è inutile continuare a pensarci. Vedo la ragazzina che sta parlando con me con gli occhi quasi lucidi. Troppo difficile farle comprendere cosa si prova ad avere la sensazione di aver sprecato il proprio tempo… ma forse ‘sprecato’ non è neppure la parola giusta… è pur sempre tempo vissuto…
 
ma come dice il Maestro…
 
 …ci vuole un’altra vita…
Advertisements

7 risposte a “Dialoghi tra la Ross e … non so…

  1. Si per le alte vette serve più di un viaggio.
    Si sa.
    Ma quì mi sembra che stiamo terra a terra, ci sono sempre cose che non si sono fatte e cose che non si faranno …. dunque che c’è da chiedersi.
    Poi tiri in campo i giovani …. hei, micca vorrai vivere la loro vita.
    Lo sanno anche i polli che quella è una via a senso unico.
    Allora viva la Vita così come l’abbiamo vissuta, e come la vivremo.
    Buona notte mia cara Signora.
    Alla prossima.
    Fabrizio.

  2. sì, saremmo potute andare chissà dove e fare chissà cosa, ma siamo qui e questo è un fatto. abbiamo vissuto nel bene e nel male tutte le nostre idee e le contraddizioni, abbiamo dato molto e abbiamo ricevuto forse altrettanto. e tutto questo continua. ci saranno altre possibilità anche in questa vita, ne sono convinta…

  3. …sai non rimpiango niente…ho viaggiato ovunque…vissuto in egual modo…questa e’la mia vita e mi piace!!
    e la tua non mi pare da meno…il caffe’lo vuoi??..dai un biscotto…ciao bella signora…

  4. @TUTTI
    Tranquilli.. nemmeno io rimpiango nulla … vorrei forse aver fatto di più… ma poi mi guardo intorno e vedo vite forse più vuote della mia… e allora mi consolo ;-))
     
    Ariel… vada per il caffè naturalmente… e pure per i biscottini!
    Virginia… sono d’accordo con te… ci saranno altre possibilità, diverse, ma ci saranno e cercando di vivere col motto del carpe diem… non perderemo altre occasioni…
    Ehi tu.. motociclista d’altri tempi… era una vita che non mi chiamavi ‘signora’… e tranquillo… Viva la vita, sempre!

  5. Tu sai come la penso cara Ross. Le persone hanno troppo spesso paura della paura e dei sensi di colpa. Guardo il mio presente ed ora consiglio a tutti i giovani dotati di bella intelligenza di fare la valigia (una e leggera per non avere troppo cose di casa da ricordare e vedere) e di andarsene via. Non c’è ragione per restare in questo paese, non più una. Non sogno più e Dio solo sa quanto mi pesa e quanto ogni giorno tutto questo si fa più pesante. Le scelte sono il passato ed il cambiare è l’adesso. Si dovrebbe avere il coraggio di seguire il proprio istinto  ma questo si scontra con i sistemi sociali e le responsabilità. Le vite non sono migliori o peggiori, solo diverse. Se solo potessi … e non mi dica che volere e potere perché così non è. Un abbraccio e se puoi, tu che sei giovane, cambia.

  6. ..bello…etereo e magico come i tuoi sogni…;-))

  7. tesoro mio,bisognerebbe vivere la  propria vita con il motto della "ogni lasciata è persa"…e cercare di approfondire sempre tutto quello che la vita ci mette di fronte…ma possiamo sbagliare,prendere cantonate,non approfittare del treno che passa,ma sicuramente la vita di certo non finisce qui,non finisce a 50 anni,anzi….secondo me a quell’età col proprio bagaglio di esperienza possiamo viverla appieno  appunto perchè più maturi e più consapevoli di noi stessi…-)))
     
    un  bacio grande come il mare che ci divide…—-
     
     
    ci sentiamo nel pom ho il falegname ..-
    smack
     
     
     
     

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...