Come passare 3 giorni da sola e stare benissimo!

‘Cosa fai a Pasqua? E a Pasquetta?’
Domande di rito, opinatamente cicliche, alle quali ho imparato a rispondere con vaghezza da qualche anno a questa parte. [idem dicasi per le feste di Natale… ma questo è ancora un altro discorso].  Saltati i miei programmi di fuga al Sud a causa degli impegni di lavoro, mi sono trovata con 3 giorni liberi da riempire. Nessun impegno famigliare, soltanto uno con me stessa: non restare a casa. Certo che le condizioni atmosferiche premonizzate dalle varie reti televisive non giocavano a mio favore (anche se per colpa di Canale 5 mi sono beccata una botta da ‘Cassandra’…).
Ed eccomi quindi occupata ad impegnare il mio tempo: un sabato mattina a coccolarmi tra casa, shopping e amici, e poi una bella sorpresa.
 
‘Senti, sabato sera vieni con noi a vedere un concerto a Sestri Levante?’
 
Certo!  A dire il vero, non si è trattato di una risposta al buio… mi avevano detto chi suonava e sono stata ben felice di accettare, dato che è da due anni che do la caccia ai loro concerti… Così, musica fino alle due del mattino e poi una birra, due chiacchere e si fanno le 3 e mezza quando metto piede a casa! (e prendere sonno poi.. non è stato tanto immediato, grazie anche ad una mail che ho ricevuto… Sorriso)
 
Domenica, il cielo grigio sembrava dare ragione alle previsioni: dopo essermi svegliata alle 7,30, come se andassi in ufficio, mi sono girata dall’altra parte fino alle 10 passate. Il tempo non ispirava alla sortita e quindi… una mattina passata tra telefonate ad amici e parenti, e poi la voglia di cucinare:
 
insalata di mare come antipasto
risotto con i carciofi,
quiche di zucchine e pancetta,
 
Il tutto innaffiato da Chardonnay e – RIGOROSAMENTE – senza uovo di Pasqua! 
(Fabrizio.. ora non chiedermi la ricetta.. ti pregooooo!!!)
 
2 giorni su 3: missione quasi compiuta quindi.  Stamattina il cielo blu intenso, l’aria primaverile ed il sole hanno fatto il resto. Zainetto, fotocamera e scarpe comode. Niente auto. E dopo un’ora di viaggio in città, con i ritardi festivi dei mezzi pubblici, eccomi al mare.
 
Il vecchio borgo marinaro di Nervi, con le sue viuzze, il ponte romano che passa sul fiume, luoghi dove senti l’odore del mare in ogni caruggio, dominato dal silenzio, anche se affollato. Niente auto o moto. Solo il treno che passa alto sulla passeggiata interrompe di tanto in tanto questo monologo di pace e tranquillità.
 

antico borgo4

Focaccia calda appena sfornata, e poi camminata dal porticciolo fino al Roseto, purtroppo ancora spoglio.

 

IMG_1981

Passeggiata a mare e parchi di Nervi: jodio Sorriso e pini marittimi che si curvano sul mare, come persone affacciate ad un balcone.

IMG_1964

Ho ancora nelle narici l’odore intenso del mare agitato che dava spettacolo ai miei piedi.
Una sosta con un libro su una panchina, un calore che preannuncia la bella stagione, il volto già arrossato dal sole e dalla brezza marina.
E una marea di scatti fotografici (ne trovate una buona parte negli album).

La  mente sgombra da pensieri bui… leggera… quasi su una nuvola…

Sì, è stata una buona Pasqua…

 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

 

Advertisements

6 risposte a “Come passare 3 giorni da sola e stare benissimo!

  1. Per non smentire la tua fama di piede lungo… eheheh
    In effetti una giornata bellissima, da quello che vedo nlle foto.
    Qua in nord africa nu friddu ri moriri e pioggia nel pomeriggio

  2. non so com’è ma ti invidio….
    farei volentieri a cambio su tutto!
    l’unica cosa che mi frega è la mia autonomia……

  3. sai che ti dico sei stata fortunata che la stanza era occupata …..qui ci siamo sorbiti 4 giorni di pioggia e pioggerellina piu’ una tromba s’aria ……..comunque e’ stata una buona pasqua e pasqueta ……baciotti e pizzicotti

  4. mi sà ca ta passasti megghi tu…che come dice bene la mia conterrane…qui nel profondo sud u friddu e u ventu hanno fatto da cornice….:-)

  5. A star da soli non si litiga con nessuno.
    Beata te che hai trovato il sole.
     
    Quanto a domenica.
    Quest’anno la Samp va a mille. Bella squadra ed ottimo allenatore, cresciuto calcisticamente guarda un po’ dove ??? A Empoli negli anni Ottanta ! Città dove credo abbia addirittura la residenza.
    Per noi marca male, e se non prendiamo tre punti neanche stavolta, allora suona proprio a morto…
     
    Speriamo bene.

  6. che bella invenzione la liguria! come mi piacerebbe venir lì… non l’ho mai vista!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...