Si fa tanto per parlare, ma…

Ho accettato il MEME PROPOSITIVO di Mauro e, come mi capita ormai spesso (che ci volete fare, sarà colpa dell’età?), sono partita, lancia in resta in perfetto stile Don Chisciotte, per la mia lotta contro i mulini a vento (che cavolo… con tutti quelli che ci sono, potremmo pure usarli per produrre energia eolica Sorriso!!!).
 
Qualcuno non se l’è sentita, altri hanno toccato il tema dell’ecologia, quello dell’informazione, quello dell’istruzione/educazione civica (e non solo per i ragazzi) e qualcuno come me, ha ribadito il concetto di una GIUSTIZIA GIUSTA, specie verso i più deboli (***).
 
Leggo questa mattina un amico di Splinder, e mi convinco sempre di più che sia necessario mettere un po’ d’ordine, soprattutto nelle teste pensanti!
 
"La Cassazione ha deciso che appartarsi  in auto e fare l’amore – o forse anche sbaciucchiarsi, palpeggiarsi, toccarsi, pomiciare – è un reato abbastanza grave e può essere punito con un certo numero di anni di carcere (fino a tre). Perché? Qual’è il reato? E’ il famoso reato – che tutti noi pensavamo scomparso dai codici, o almeno cancellato dal buonsenso – di «offesa al pudore». La sentenza emessa ieri si riferisce alla storia di due poveri giovanetti di Arezzo che furono sorpresi alla tre di notte, in un parcheggio, nella loro automobile, mentre scopavano. Furono sorpresi dai carabinieri, che contestarono loro l’infrazione. Loro risposero che non gli sembrava di star facendo niente di male, e che pensavano di non essere i primi né gli ultimi ad usare la propria macchina come un’ alcova.
I carabinieri furono inflessibili e li denunciarono. Il tribunale li condannò. La corte d’appello (popolata,
forse, di persone pericolosamente ragionevoli) li assolse perché il fatto non costituisce reato («scopare legittimus est» dice il codice di Giustinianeo detto «corpus iuris…»). Ieri la Cassazione ha rovesciato la sentenza della corte d’appello. Anche perché – hanno fatto notare i custodi della nostra legalità – il parcheggio era illuminato (!)"
 

giustizia

DOMANDA:
 
  • il ‘reato’ era così grave da impegnare le forze dell’Ordine?
  • era necessario impegnare tempo e soldi dello Stato (cioè NOSTRI) per perseguire un ‘reato’ simile? E, con ben due gradi di giudizio…
  • la Corte di Cassazione non aveva altri ‘quesiti esistenziali’ su cui pronunciarsi?

 

Non mi pronuncio sulla questione ‘morale’ … chi non ha peccato lanci la prima pietra A bocca aperta

 

 

(***) ricollegandomi al post precedente, vorrei che processi come questo che durano da 34 anni non ci fossero più. Sono un’offesa alle vittime e alla legge stessa.

PS. credo che la canzone di Fossati, visti i temi trattati, resterà ancora sul player…

 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

10 risposte a “Si fa tanto per parlare, ma…

  1. si vede che han dimenticato essere "giovani":-)))
    bacio

  2. La notizia completa è che erano le tre di notte, il parcheggio era quello di una discoteca, e che intorno l’auto si era formato un capannello di persone che guardavano quello che la coppietta faceva…
    Quindi la coppia non si era "appartata" lontano da occhi indiscreti e, avendo violato una legge, c’è stato bisogno dell’intervento delle forze dell’ordine, è stato necessario un processo etc etc etc…  

  3. ..quante balle!!(con la voce di Guccini….;-)…che nostalgia quelle vecchie 500 appannate e foderate
    di fogli di giornali tutte traballanti….ahh quante offese al pudore ho perpetrato ed ancora farei!!:-DD..
    …anche allora c’erano i curiosi…ma tale rimanevano con buona pace della privacy…ora se vuoi
    guardare gente che fa…ginnastica!…devi pagare canali o cassette…pero””’ooooo””…il comune senso
    del pudore e’salvaguardato….bleah!
     

  4. atti osceni in luogo pubblico, dai tre mesi ai tre anni di reclusione…
    e tutti quelli che vanno a puttane? nei luoghi deputati alla prostituzione la polizia non ci passa manco per scherzo, e quando protesti, perchè ti rompe rientrare a casa e trovare la signora cuccovillo che batte cassa – la sua – davanti al tuo portone, e li chiami – la polizia – perchè la faccia sgomberare, allora ti rispondono che devono trovarla in flagranza di reato, mentre sanno benissimo che non sta lì a prendere aria!
    e dico io è più " morale " accettare che ci sia una signorina in più sulla strada o nell’auto di qualche cliente, oppure che due ragazzi si appartino in cerca di un minimo di intimità? 
    nei dintorni di bari, tempo fa, hanno creato un parcheggio a pagamento per le coppie di ragazzi che vogliono appartarsi. un curioso esempio di civiltà nel nostro stranissimo paese…

  5. @Virginia
    Eh no… qui si è trattato di ‘offesa al pudore’, xkè essendo avvenuto il fatto nella loro auto, non è propriamente un luogo pubblico. E qui ci si può sbizzarrire sul significato di ‘offesa al pudore’… a partire dal modo di vestire di alcune ragazzine, a come si muovono in discoteca… e chi più ne ha, più ne metta!
     
    @Ariel
    Ridatemi la 500 con i ribaltabili home-made ehehehe!!!

  6. sono le assurdità che fanno notizia

  7. condivido pienamente qnt hai scritto ross…ma tutte le pubblicità x strada di solari creme e tanto altro in cui sn immortalate donne nude…??? credo ke anke questo sia un’ offesa al pudore….e pure luogo pubblico è la nostra città!!!
    mah…misteri della Cassazione….ihihihihih!!!!!
     
    baciuzzi e grazie…
    NICA
     
    ps….qnd c’è il sole io gli okkiali nn li uso!!! cerco di assaporarne ogni singolo raggio!!!! :)

  8. personalmente non sono all’altezza di criticare giudici o la cassazione son troppo ignorante
    e poi quando il polverone viene sollevato si cerca di salvaguardare la propria carriera o poltrona è un classico….
    mi rivolgo più volentieri a quel coglione in divisa, probabilmente impotente (là sotto)
    che invece di guardare da un’altra parte và a ficcanasare……

  9. cmq non hai invitato nessuno al continuo ….io mi sto divertendo un mondo

  10. E’ il mondo al contrario. Ci sono politici pieni di condanne passate in giudicato che in carcere non ci vanno mai.
     
    Ora ci mandiamo due ragazzi che facevano l’amore in un parcheggio.
     
    Io repenalizzerei (si può dire ?) il falso in bilancio (ora depenalizzato) e renderei lecito il sesso in auto, purchè in luogo/orario adeguatamente riservato.
     
    Qui rischia che chi fa sparire un milione di Euro da una azienda (magari anche quotata in borsa, quindi soldi degli italiani) non rischia nulla e chi accarezza il proprio partner rischia la galera.
     
    Ma il furto non offende il comune senso del pudore ? Il mio si, ma non deve essere comune. Ne deduco che io ho un "insolito senso del pudore".

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...