Leggendo qua e là

Nonostante il periodo ‘caliente’, riesco durante la giornata ad adocchiare le notizie. A volte mi sento come il classico tipo che, a scrocco, sull’autobus, legge il giornale di quello che sta davanti a lui. [Preciso che ‘mi sento’ ma in effetti non l’ho mai fatto personalmente: ho sempre invidiato infatti chi, appeso alle maniglie del bus, riesce a piegare in 4 il giornale e a leggere tranquillamente, tra uno scossone, una frenata, pigiato tra la gente…] Comunque, grazie al feeder, riesco a stare in contatto con il mondo, anche se, spesso, vorrei non leggere certe ‘cose’ (chiamarle notizie, beh… è dura, IMHO…).
Ecco i "pensieri altrui" che mi fanno meditare:
Titoloni a tutto tondo annunciano:
E dopo arrivano le precisazioni sul termine ‘sicurezza’, partendo dall’inglese ‘safety and security’ (a proposito, quanti sanno esattamente il significato di queste parole?…)
E’ ormai quasi una moda questo ‘terrorismo’ mediatico sulla sicurezza, intesa come lotta alla criminalità, ai rom, agli extra comunitari, gente che scende in piazza per linciaggi, percentuali in rialzo su gente che ha ‘paura’ fornite con dovizia di particolari e poi? Poi si scopre che siamo anche insicuri per la paura del domani: quindi tutto ciò che ruota attorno alla questione lavoro e precariato, sanità, social welfare (bello usare l’inglese eh?), ecologia, ecc. E in nome di questa ‘insicurezza’ ci difendono i militari? Mah…  Spero solo che la lettura non si limiti al titolo, ma vada fino in fondo all’articolo.
 
E poi questo articolo, che subito mi ha strappato un sorriso. Poi mi ha resa triste e subito dopo mi ha fatto riflettere su ciò che farei io al suo posto. Non mi sono data una risposta. Ma di sicuro, se penso che è di ieri l’annuncio che, stando alle stime, oltre il 25% della popolazione ha passato i 65 anni… beh, non siamo lontani da una società di vecchi. Non amo questa parola, ma ogni tanto occorre dirla.
Se poi le nuove leve (ragazzini dai 10 ai 14 anni), sono quelle che – notizia TV di stasera – hanno devastato una scuola elementare, filmandosi con il telefonino e caricando il tutto su Youtube… allora divento sempre più triste.
 
Anche se è estate, e si stanno avvicinando le vacanze…
 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons
Advertisements

7 risposte a “Leggendo qua e là

  1. non so dirti per quale ragione precisa, trovo che l’estate sia il periodo più triste dell’anno. deve essere per l’indistinta sensazione che ti prende quando vedi che tutti cercano di divertirsi, nonostante tutto, non so. a pensarci bene forse farei la stessa cosa del centenario. viene da stufarsi di un mondo così:-(

  2. @Roberto
    Infatti… è il solito principio: per far diventare vera una notizia basta scriverla sui giornali o farla passare in TV…
    Ho letto del taglio alle pensioni sociali… e guarda caso il governo se ne dichiara estraneo …
     
    Nemmeno io credo più a niente, ecco perchè leggere questi articoli mi fa pensare invece a quanti ci credono…

  3. La cosa che mi ha fatto sorridere è stata la chiusura della notizia per come l’ho sentita alla radio: " l’uomo è stato salvato ed adesso gode di ottima salute".
    Cacchio se provava a suicidarsi un ventenne e lo riprendevano per i capelli, come minimo qualche ferituccia ce l’aveva e doveva starsene ricoverato per accertamenti. O, essendosi gettato in un Arno appena uscito da Firenze (Isolotto, Cascine), come minimo s’era intossicato o di veleni vari o di cocaina (vecchia notizia di studi sulle fognature fiorentine…). Macchè, niente: ottima salute.
    Ma che deve fare uno di 103 anni per morire in santa pace ?
     
    Un saluto.

  4. Magari riuscissi anche io a leggere il giornale di quello di fianco, ma sono talmente orbo che manco se gli vado in braccio…poi ormai leggo quasi esclusivamente i giornali gratis Metro è quello che preferisco. Ma tanto i giornalisti veri non esistono più.Poveraccio il vecchietto, certo che la morte alle volte è proprio ceca, colpisce bambini e ragazzi e non vede chi ormai ultracentenario non sa che farsene della vita.

  5. @Tore
    anche io sono orba… ecco xkè non l’ho mai fatto ;-))

  6. Nasce dalla neve candida, trasfornata dal sole, purificata dalla terra, l’acqua.
    E’ limpida e trasparente, come la mente di un bambino.
    Nel suo percorso verso il mare l’acqua non può scegliere, la mente si.
     
    Carissima Signora dei Sogni, da oggi sono in ferie.
     
    Baci e saluti.
     
    Fabrizio.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...