Sarà che non ho il pollice verde…

Il vento di maestrale spazza il cielo del golfo del Tigullio ed un sole quasi primaverile fa salire la temperatura a 15 gradi. Eppure ieri è iniziato ufficialmente l’inverno e mancano solo tre giorni a Natale. E questo non passa certo inosservato.

Città luccicanti come signore che indossano un abito di paillettes, ghirlande di finti rami di abete con fiocchi rossi e pigne dorate che formano vere e proprie gallerie tra i palazzi del centro storico, sotto le quali i passanti, peregrinando da un negozio all’altro alla ricerca del regalo più adatto, sfilano frettolosi, banchetti di ambulanti che ad ogni angolo di strada offrono vischio argentato e stelle di natale.  I canti della tradizione sono stati ormai da tempo sostituiti da suonatori estemporanei, con fisarmonica, violino o bandoneon, tanghi argentini o classici evergreen hanno rimpiazzato le carole natalizie.

Mi aggiro distratta, poco interessata alle vetrine affollate da una cacofonia di oggetti che mi danno quasi le vertigini, e osservo questo via vai di umanità, cercando di indovinare le vite nascoste dietro ai volti in apparenza sereni. Storie di vite non mie, che si incrociano con ricordi del mio passato: coppie sposate che si interrogano su quanto spendere per i regali, mamme arrabbiate con  bambini capricciosi, singles che si affidano alle commesse in cerca di un aiuto.

 

Solo ricordi per me.  Ricordi d’infanzia, quando le palline dell’albero non erano infrangibili, quando mia madre mi mandava nei boschi a cercare il muschio per il presepe, quando si faceva il laghetto con la carta stagnola. Pezzi di vita lontana. E tra tutti ho salvato solo l’albero di Natale, come uno scintillio di luce che dà calore alle pareti domestiche.

 

La stella di Natale fa bella mostra sul tavolo. Pian piano inizierà a perdere le sue foglie, come sempre.

Non sono mai riuscita a farla durare più di una settimana…

 

 

 

 

Passerà anche questo Natale ed il vaso finirà sul terrazzo insieme ai ciclamini…

 

 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

12 risposte a “Sarà che non ho il pollice verde…

  1. Ho sentito alla radio che devono vivere in un ambiente umido ad una temperatura intorno ai 25 gradi e non essere troppo innaffiate…. e poi se muore… pazienza!!!Tanti Auguri, carissima!

  2. anche a me le stelle di natale non durano … ed io non ho sicuramente il pollice verde!!! :)per gli auguri ci sentiremo … a tempo debito!!un abbraccio ed un bacio!!

  3. ..cara Ross..e’normale…tutte perdono le foglie…se vuoi basta potarle ed aspettare…in primavera ributtano le foglie!!un abbraccio!!:))

  4. non è la stella di natale il nostro problema….semmai la malinconia del calore della famiglia dell’esser bambini dell’esser protagonisti di tale festa…..dell’attesa del magico momento e di non avere nessuno a cui donare tutta questa atmosferacondividi con me la bellezza del brillare degli occhi di un bambino impressionato da quest’albero luminoso e dalla scintillante barbona bianca,dalla tonante risata di babbo natalecondividiamo tutti che è comunque il compleanno di GESù l’unico vero comunista della storia del mondo…….

  5. Ho letto che deve avere luce del sole non diretta e solo per sei ore al giorno.In ogni caso il problema sono i caloriferi, ma non pensiamo al peggio!Ti auguro un felicissimo Natale ricco di tutto ciò che desideri.Ciao, a presto.

  6. oggi, pardon ieri ho fatto un giro di aururi, ne ho tratto tanto godimento che questa notte è insonne….. ciao Ross…..una volta ho cofinato malamente sul terrazzo una stella di Natale perchè perdeva le foglie, poi mi sono pentita e l’ho curata a lungo, l’anno dopo mi ha fatto i fiori in primavera!?!?!?!? pollice verde con qualche deviazione

  7. La mia è li da più di una settimana. sono sicura che la tua saluterà l’Epifania:quest’anno ce la farà!Su, credici almeno un po’ e poi…i ciclamini avranno compagnia.In fondo, noi possiamo solo impegnarci per rendere migliore ciò che è alla nostra portata e non è poco se siamo in tanti.Sereno Natale.Kali

  8. Il Natale, per me, ha due dimensioni diverse ed antitetiche.La prima è la corsa, il caos, la fatica superiore all’ordinario, i regali, il luccicare dei festoni, le cene i pranzi.La seconda è il desiderio di fermarsi, di riposare, di stare con le persone care, di avere un po’ di tempo per riflettere e recuperare una dimensione più umana di vita, di valorizzare e riscoprire gli affetti, cui finalmente si può dedicare tutto il tempo che è necessario.Qual’è il Natale che piace a me, già lo sai. Ma andare controcorrente è comunque difficile e qualche compromesso bisogna pur farlo.

  9. Quest’anno niente affanni e niente corse per i regali di natale… pochissimi e buoni soltanto per le persone veramente care. L’atmosfera vera del natale è un po’ che non la sento più, sarà che i bambini di casa sono quasi tutti cresciuti e il natale è sempre più per loro. Quest’anno poi si aggiunge la tristezza per uno zio mancato da poco e in casa non hanno molta voglia di festeggiare.Per la stella di natale, non annegarla d’acqua né tenerla esposta a corrente o calore eccessivo. Poi quando comincia a perdere le foglie, come dice Ariel, potala e vedrai che riprende!Auguri di tanta serenità!

  10. Perché, la stella di natale vive più di una settimana? :-)

  11. Caro Oreste, dobbiamo trovare il modo per scambiarci i calendari de I Ponti; la tua foto è stata pubblicata! :)Teniamoci in contatto e tanti auguri!

  12. a fine natale devi tagliarla in modo radicale e metterla a riparo all’esterno senza innaffiarla più di tanto. in primavera riprenderà vita e foglie. verso l’autunno… ma reggerà fino ad allora? in autunno inoltrato dicevo, dovresti alloggiarla all’interno ma senza collassarla con temperature da tropici. le brattee a quel punto, dovrebbero cominciare ad arrossire nuovamente… altrimenti ci sono sempre quelle dell’ant, ad ogni natale!:-))

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...