Per non dimenticare

Anche se il nostro maggio
ha fatto a meno del vostro coraggio
se la paura di guardare
vi ha fatto chinare il mento
se il fuoco ha risparmiato
le vostre Millecento
anche se voi vi credete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se vi siete detti
non sta succedendo niente,
le fabbriche riapriranno,
arresteranno qualche studente
convinti che fosse un gioco
a cui avremmo giocato poco
provate pure a credervi assolti
siete lo stesso coinvolti.

Anche se avete chiuso
le vostre porte sul nostro muso
la notte che le "pantere"
ci mordevano il sedere
lasciandoci in buonafede
massacrare sui marciapiedi
anche se ora ve ne fregate,
voi quella notte voi c’eravate.

E se nei vostri quartieri
tutto è rimasto come ieri,
senza le barricate
senza feriti, senza granate,
se avete preso per buone
le "verità" della televisione
anche se allora vi siete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se credete ora
che tutto sia come prima
perché avete votato ancora
la sicurezza, la disciplina,
convinti di allontanare
la paura di cambiare
verremo ancora alle vostre porte
e grideremo ancora più forte
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti,
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti.

 
Canzone del Maggio – Fabrizio de André
 
[da ‘Storia di un impiegato’ – 1973]
 
 
 

Cosa aggiungere a queste parole? nulla… un religioso silenzio, e per chi "c’era" ci saranno momenti di riflessione, forse malinconica, per chi  non c’era la curiosità per un mondo che viene solo raccontato…

Avevo postato questa canzone tre anni fa, e sento il bisogno di rifarlo oggi.

3 risposte a “Per non dimenticare

  1. Ed è sempre un piacere risentirla, grazie!? Buon I° maggio a te e tutti i tuoi lettori, un abbraccio😉

  2. Nel 1973 avevo 21 anni, ero nel mi splendore motociclistico, nelle corse in salita, con le mie mitiche Honda 350 e 500, nessuno mi batteva. Tempi lontani, ma riguardando questo filmato, mi sembra che siano passati milleni.Meglio la moto, l’aria tra i capelli e sul viso ti portano a pensare che un po’ di poesia è rimasta ancora.I profumi dell’erba appena tagliata, dei fiori di campagna ed il rumore dell’acqua che scorre almeno ci riportano a sensazioni non inquinate da bugie di false democrazie.Bacio.Fabrizio

  3. @FabrizioGià 21 anni??? pensa che io ne avevo quasi… 18 :-)))Ti do ragione… meglio la moto… senza corse per assaporare meglio quello che abbiamo a disposizione e che a volte sprechiamo. Quando partiamo? :PPPP

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...