Scampoli d’autunno – Atto Secondo

E come in ogni romanzo che si rispetti, c’è sempre un dopo, e quasi sempre non è piacevole.

Dopo aver amoreggiato col tiepido sole autunnale, dopo aver passato tre ore beatamente seduta alla mia terrazza sul mare, baciata dai raggi del sole, ho trascorso un mercoledì (non da leoni) a camallare (e qui mi si passi il genovesismo) libri e materiale cartaceo, per sgomberare un paio di vani, precedentemente abitati da un "fagocitatore di carta".  Eh sì, perché lo si potrebbe impropriamente definire ‘lettore accanito’, ma quando trovo l’Argan accostato ai Gialli Mondadori ed ai Segretissimo, De Crescenzo a fianco delle Opere Politiche del Machiavelli, con interludi di Ken Follet, Wilbur Smith e le tragedie di Shakespeare ancora avvolte nel loro cellophane, beh… i miei cortissimi capelli si rizzano!

 

 

Il giovedì, apparentemente di tutto riposo, mi ha visto in veste di botanica, mettere a dimora semi e piantine, sempre all’aria aperta e a mezze maniche.

E dopo, direte voi? Semplice… un raffreddore pauroso che ha fatto assomigliare la mia voce a quella di un baritono Perplesso.

L’unica consolazione è che, spero di aver russato sufficientemente forte da disturbare il mio anziano vicino A bocca aperta!!!

 

PS. Comunque sono in ripresa. Io… non la mia voce…  
 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

8 risposte a “Scampoli d’autunno – Atto Secondo

  1. wow, voce sexy!!! ;)se ti consola, il raffreddore ancora non mi ha ancora abbandonato e, in più, ho mal di denti!!! uffa …

  2. Buon inizio di settimana… credo che oggi il tempo anche da te sia pessimo…E’ proprio il due novembre, in tutto e per tutto…ci vogliono libri nuovi sui quei vani… forza, allora! e riprenditi … così ripossiamo sentirci al telefono! :-)

  3. In questo periodo è difficile trovare persone senza raffreddore, il mio compagno è una eccezione visto che è uscito indenne da un weekend con me e mio figlio paurosamente costipati.

  4. Dovevi sentire la voce di Lilla qualche giorno fa!!Ah ah ah ah ah ah !!!!!Riprenditi, Signora!

  5. Anche io ho "camallato"," camallare" ogni tanto tocca a tutti. ; )

  6. eccco…allora vieni a Milano a vedere la mostra????:-))).

  7. va meglio ora?

  8. Quanto mi piacciono i libri e le librerie! Quando vado a casa di qualcuno conosciuto da poco tempo, la prima cosa che noto (se non mi fa entrare in cucina), è se questi possiede dei libri. Certo,non vuol dire che se vi sono non siano lì in qualità di suppelletile, ma in genere l’esperienza mi insegna che quando la "libreria" è vasta e varia, il proprietario è uno che comunque ama leggere (e che quindi la sua mente è aperta). Prima non mi piaceva vedere scaffali e scaffali di libri in cui questi, atalogati per genere o autore, non erano disposti in ordine di altezza (creando a mio dire un ambiente piuttosto caotico e dall’aria disordinata), mentre ora adoro quel caos (anche se non riesco nel mio piccolo a fare la stessa cosa)! Perciò da me, potresti trovare la stessa accozzaglia di scrittori e poeti che da te ti hanno fatta rizzare i capelli cortissimi! ;D Spero solo che a distanza di 9 giorni da quando tu hai scritto questo post ed io ora mi trovo a commentarlo, anche la tua voce si sia ripresa! Besitos

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...