Un’altra bandierina…

E come avevo preannunciato, weekend in Provenza è stato (alcuni di voi avranno già visto le foto). Due giorni ‘faticosi’, ma sereni: 1000 km in auto, turbati solo al rientro ieri sera dal forte vento sui viadotti dell’Autostrada dei Fiori, una decina di ore di cammino, tra la visita imperdibile alla "città delle acque" – Aix-en-Provence – e alla "città del vento" – Avignon. Una piccola risalita del corso del Rodano ed ecco la compagnia immancabile del mistral, che porta da nord vento freddo e – come ieri mattina ad Avignon – un po’ di nevischio. Una visita obbligata al famoso ‘Pont d’Avignon’ protagonista della prima filastrocca con la quale iniziai con mio padre, a 5 anni, a scrivere e parlare in francese. Audioguida al ponte rigorosamente in francese ed è stato molto bello ritrovare intatta la tecnica, ma soprattutto la passione per questa lingua. (Just un petit hommage à mon père, comme la signature sur le Livre d’Or du Pont…).
 
La serenità mi viene anche dal viaggio all’avventura, con la strada nella mente e la cartina stradale della Provenza buttata distrattamente sul sedile posteriore (ma era un itinerario molto facile…).  Purtroppo il poco tempo mi ha impedito di allargare il tour alle varie chartreuses o alla famosa fontana di Vaucluse che ispirò il Petrarca. Solo una fugace visita al Pont du Gard, ma la poca luce ed il tempo nuvoloso ci hanno messo lo zampino Perplesso. E guardando il ponte mi sono ricordata della leggenda che mi raccontava mio padre da bambina. Un viaggio alla scoperta di posti sconosciuti, ma allo stesso tempo pieni di ricordi.
 
Non posso certo dar torto a Silykot, ma vale la pena di visitare la Provenza anche in inverno, con i suoi mercatini tradizionali, come la fiera delle statuine del presepe (santons) e la sua storia, sospesa tra vestigie romane e leggende dei fabliaux, con la sua parlata ‘diversa’ e la sua lingua d’oc ancora ben evidente nei nomi dei diversi villaggi.
 
Comunque, ci tornerò sicuramente in primavera.
Da sola. Per godermi appieno i colori e fermarmi a fotografere i campi di lavanda o nei paesini a comprare essenze dai produttori o ancora per soggiornare negli antichi mas e parlare con i contadini. E poi giù in Camargue, fino a Sainte-Marie de la mer.
E allora sì che il mio album fotografico sarà completo!
 
Per ora, mi accontento di aver messo un’altra bandierina…
 
 

PS. guardando la cartina, mi vengono alla mente due pensieri contrapposti:
  • ho girato abbastanza, conosco persone che a malapena conoscono l’Italia
  • cavolo! mi manca tutto il Nord Europa e quella dell’Est! devo rimediare al più presto!

(forse, sono proprio la reincarnazione di una zingara…)

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons  

8 risposte a “Un’altra bandierina…

  1. come da sola ??egoist!!ed invitare qualcuno nooo….cattiva….

  2. io sto provando solo tanta invidia, ma tanta eh! :-(

  3. bighellonare sempre a bighellonare….

  4. Come "da sola"????Acc!Devo disdire il torpedone ad annullare gli inviti!Stavo organizzando un "gruppo vacanze Provenza"!:-(((Hai ragione, per girare, guardare e fotografare non bisogna avere intorno compagni di viaggio frettolosi o disinteressati.L’ideale è un piccolo gruppo col quale viversi liberamente la vacanza ed incontrarsi per qualche occasione e per cena.Ma una vacanza itinerante, magari con lunghi percorsi in auto insieme…NOOOO!L’ho già sperimentata e mi è bastata.La Provenza è nella mia lista, ma anche la Normandia…Intanto prendo appunti da questo post.Ciaoooo!

  5. tanto mi stanno antipatici i francesi (vabbè, parlo di quelli che ‘frequento’ per lavoro … bleah, tutti con la puzza sotto al naso!!) quando mi piace la francia e la lingua francese (e le baguette farcite … ma questa, è un’altra storia) … proprio un bel viaggetto mia bella signora … complimenti!!! vado a guardare le foto così … sospiro un pò!! :))

  6. la prossima volta da sola e stavolta con chi?;-Dè permessa l’invidia?:-D

  7. @VirgyStavolta, purtroppo… ehm… in compagnia di ‘Alice nel paese delle meraviglie’ … alias la mia ‘sorellina’ :-SMagari fossi stata in compagnia di ‘chi’ dico io :-)

  8. e vedi? non ti posso lasciare un attimo da sola che fuggi con alice!:-))

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...