La conchiglia

Sei appena uscito da quella porta ed il mio sguardo è perso nel vuoto di una casa vuota, anche se sento ancora la tua presenza.
“Sono qui con te. E penso. Penso a come poteva essere diversa la nostra vita. Chi lo sa. So solo che questi momenti sono impagabili. Sempre uguali e diversi.”
Trent’anni, insieme e divisi. Trent’anni di ricordi. Di vita, a volte quotidiana. Trent’anni. E ti soffermi su questa cifra, ma scacci subito il pensiero. Non ti vuoi rivedere come eri, come eravate, sai che quegli anni non torneranno. Sai che non puoi tornare indietro.
 
Una giornata attesa da tempo, come sempre. Una giornata rubata. Una giornata di poche ore che per noi vale una vita. L’illusione di una giornata di festa, della gioia delle nostre risate, di te che fai i ‘lavori da uomo’ ed io che cucino. In allegria.  Forse è proprio questo che ci lega. L’allegria di stare insieme. E’ il nostro rifugio e ci ricompensa per quel nostro modo di essere in due anche se lontani. Come hai detto tu, tempo fa, come le due valve di una conchiglia, che nascondono al loro interno una stupenda perla.

 

perla

 

Come un automa, inizio a rigovernare la cucina dopo che sei uscito. Guardo la tavola ancora imbandita per due, con la tovaglia natalizia, il centro tavola con la candela, il decanter con il vino ed i nostri due bicchieri. Finisco di bere il vino dal tuo bicchiere. Accendo lo stereo ed il cd di Fossati mi fa compagnia, mentre cerco di allontanare il tuo pensiero. E già penso alla prossima volta…

"…C’è un tempo bellissimo tutto sudato
una stagione ribelle
l’istante in cui scocca l’unica freccia
che arriva alla volta celeste
e trafigge le stelle
è un giorno che tutta la gente
si tende la mano
è il medesimo istante per tutti
che sarà benedetto, io credo
da molto lontano
è il tempo che è finalmente
o quando ci si capisce
un tempo in cui mi vedrai
accanto a te nuovamente
mano alla mano
che buffi saremo
se non ci avranno nemmeno
avvisato.
Dicono che c’è un tempo per seminare
e uno più lungo per aspettare
io dico che c’era un tempo sognato
che bisognava sognare… "

[C’è tempo – Ivano Fossati]

 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

12 risposte a “La conchiglia

  1. Perché non l’hai trattenuto?

  2. io ho capito………ti lascio un abbraccio allegro e forte forte …ciao baciotti e pizzicotti …

  3. Semplicemente e straordinariamente una bellissima storia d’amore…amarsi e rispettare la libertà dell’altro, ciò che l’altro èGrazie! buona giornatalascerò sul tuo guest book i miei auguri di natale ..

  4. sembra quasi di rovinare l’incantesimo lasciando un commento in questo momento magico tutto tuo …ti lascio solo un sorriso ed un abbraccio … :)

  5. e’un tempo che ho vissuto…:-))…un bacio cara grosso grosso..

  6. (silenzio…)

  7. ..Ross..non scrivo nullaBellaDonna hai già scritto Tutto tu..

  8. @Fab Come ‘no’!??? Sììììì… :-))@TUTTIHa ragione Antonella: è semplicemente una lunghissima storia d’amore. Di quello che si rigenera e vive a dispetto di tutto e di tutti. Senza ragione. Senza scopi. Si alimenta di sguardi e di gesti e di sorrisi. Siate felici per me.

  9. Perle e aceto di note.

  10. Sono felice per te… te l’ho detto e te lo ridico anche tutti i giorni, se vuoi!SONO FELICE PER TE!!!!!!

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...