Leggendo qua e là…

 
"L’invidia è la religione dei mediocri. Li consola, risponde alle inquietudini che li divorano e, in ultima istanza, imputridisce le loro anime e consente di giustificare la loro grettezza e la loro avidità fino a credere che siano virtù e che le porte del cielo si spalancheranno solo per gli infelici come loro, che attraversano la vita senza lasciare altra traccia se non i loro sleali tentativi di sminuire gli altri e di escludere, e se possibile distruggere, chi, per il semplice fatto di esistere e di essere ciò che è, mette in risalto la loro povertà di spirito, di mente e di fegato.
Fortunato colui al quale latrano i cretini, perché la sua anima non apparterrà mai a loro."

[Il gioco dell’angelo, Carlos Ruin Zafon]

 

 
Giorni strani.
Tempo che passa e lascia sempre dell’amaro in bocca, anche se, fortunatamente, ci sono delle piccole oasi di serenità.
Nervosismo e rabbia a fior di pelle.
Voglia di prendere tutto/i a sassate.
Acredine che sale dal passato recente.
Voglia di urlare.
Ma basta poco a far cambiare il vento.
E si vive alla giornata.
 
Sperando che la giornata sia buona…
 
 
 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons
 
Annunci

6 risposte a “Leggendo qua e là…

  1. si Ross il vento cambia quando non lo aspetti piu’…lo senti il refolo…aspetta ora ingrossa…:-)))

  2. Non ho voglia di scrivere… ringrazierò chi mi è stato vicino in questi giorni a modo mio…stavo sfogliando la pagina della novità e sono entrata subito qui… non so perché, non so come, ma l’ho fatto.Tu ed io ci capiamo molto più di quando si voglia credere… e quanta tristezza provo in questi "giorni strani" ed è proprio veo che l’invidia è la religione dei mediocri. Ed è buffo leggere con quanta faciloneria si crede a racconti strampalati di persone senza scrupoli che passano le loro giornate a inventarsi racconti da far rabbrividire la pelle.Ma è così che va il mondo. In questi giorni non ho "piccole oasi di felicità". Forse ho solo rabbia, come forse no. Ma ho voglia di prendere tutto a sassate, questo si.E vivo alla giornata…..Ti abbraccio, buonanotte….

  3. concordo con ariel … il vento cambia quando meno ce lo si aspetta … nel frattempo, vivere alla giornata mi sembra il modo migliore di vivere "l’attesa" … un bacio!PS: quando ho voglia di gridare metto a tutto volume "vaffanculo" di masini … e canto a squarciagola … non risolve i miei problemi … ma mi aiuta a scaricare la tensione e, soprattutto, posso mandarci chi ci voglio con il sorriso sulle labbra … in fondo, sto solo cantando!! 😉

  4. Vivere alla giornata è forse il progetto più concreto e a lungo termine che una persona possa fare… Ma senza nervosismo e senza rabbia, dai… Adesso arriva la primavera…

  5. Sto sorseggiando una camomilla, nonostante sia quasi ora di pranzo: ne verso un po anche a te?Ce la beviamo affacciate alla finestra guardando i gatti e lottano ed inseguendo con lo sguardo le prime farfalle: ti va?Spero che un po’ di serenità torni presto.RESISTI!(e segui pure il consiglio "canoro" di Lilla)

  6. UIDBAKalispera: come si vede che vivo al nord! Per te è quasi ora di pranzo e sorseggi una camomilla (scelta originale per l’aperitivo) e io sto già bevendo il mio caffè del dopo pranzo.Ma se mi fate un po’ di posto mi affaccio anch’io….Ross, sai che sono una a cui purtroppo non basta che cambi il vento, e il nervosismo, l’acredine, la voglia di urlare e quella di lanciar sassate (soprattutto quella!) sono sempre là in agguato…Dai, scherziamoci su … e beviamoci ‘sta camomilla! :-)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...