Sproloqui da… automobilista

La radio sintonizzata su una stazione che trasmette "Oldies but Goldies" mi delizia con un grande pezzo di Francesco Guccini, un pezzo a cui sono affezionata per vari motivi, che ‘sento’ mio.
E’ "CIRANO", il sognatore rivoluzionario, colui che si batte contro ipocrisia e conformismo, che cadendo per poco nella tristezza della solitudine afferma:
 
…Non voglio rassegnarmi ad essere cattivo,
tu sola puoi salvarmi, tu sola e te lo scrivo:
dev’ esserci, lo sento, in terra o in cielo un posto
dove non soffriremo e tutto sarà giusto
 
Ed è in questo esatto istante che, mentre sto sorpassando una fila di autotreni su un viadotto, vedo dei fari in lontananza che si avvicinano e non sembrano rallentare. Compatibilmente con la mia attenzione alla guida, controllo lo specchietto retrovisore. Un’AUDI, non so dire quale modello – di certo non un TT dall’assetto – mi si incolla e lampeggia per avere strada.
Guardo il contakilometri: sto facendo i 130 in un tratto dove il limite ‘sarebbe’ 80 km/h. Ho ancora 3 autotreni sulla mia destra prima di poter rientrare. Inconsciamente cerco di identificare l’autista dell’AUDI. Sono curiosa. Curiosa di vedere la faccia di un benemerito c*****ne, il quale, nel frattempo, fottendosi dei mezzi che sto sorpassando, continua a farsi venire i crampi alla mano che lampeggia sui fari.
 
Ora, caro il mio c*****ne, se potessi guardarti in faccia e parlarti sai cosa ti direi?
 
  1. secondo me, tu non hai tutte le rotelle a posto
  2. stai facendo una cazzata, e ringrazia che non sono il solito vecchietto che vedendoti alle spalle, frena o fa qualche manovra avventata
  3. se sei in ritardo, cavoli tuoi! la prossima volta, parti primaaaaaaaaaaaa!
e, last but not least,
 
OGGI LA FORTUNA NON E’ DALLA TUA PARTE,
PERCHE’ LA SOTTOSCRITTA I PREPOTENTI
– ESATTAMENTE COME CIRANO –
NON LI SOPPORTA PROPRIO!!!
 
Naturalmente, con un aplomb degno di un baronetto inglese, non mi sono minimamente scomposta, ho superato, alla stessa velocità, compatibile con la salita che ormai si stava avvicinando, tutti gli autotreni, e poi, con calma, ho messo la freccia e sono rientrata.
 
Su un unico punto dissento dal testo gucciniano:
siamo sicuri che esista davvero
un posto dove tutto sarà "giusto"?
 
 
Beh, forse ora è meglio rallentare ed ascoltare un CD. Il segnale radio con le gallerie è proprio incompatibile… e non mi piace Isoradio.
Forse una rivisitazione di Michael Bolton della famosa ‘Sitting on the dock of the bay’ è meglio… chissà, forse calmerebbe anche il prepotente di cui sopra! Sorriso
 
 
 
 

 
 
 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

12 risposte a “Sproloqui da… automobilista

  1. Ross quei tipi lì sono pericolosi .

  2. io faccio esattamente come fai tu….anzi rallento leggermente non volto neanche la testa e poi con calma rientro…..altrimenti dovrei tirar giu’il finestrino ed alzare due dita della mano…perche’si sa’….fa’piu’malee!!!!!!!^_^bacioooooooooo!!!!!

  3. Anche a m è successo e succede. E faccio come hai fatto tu. Certo, bisogna avere i nervi saldi per evitare disastri.E’ un piacere rileggerti… ciao Ross…

  4. "Patente e libretto, e non faccia quella faccia li che mi superava il limite di ben 50 km orari, quindi le ritiro la patente e se ne torna a casa a piedi, perché è un pericolo pubblico! Ma dico io, ‘ste donne, tutte in formula uno si sentono! Donne al volante…poi dicono che succedono gli incidenti…vedi un po’ tu…Che roba! Forza con questa patente! Che devo andare a pranzo…":-))))HE! HE!Vai piano che ci fai preoccupareeeeeeee!P.S.Anch’io faccio esattamente come te: li ignoro e finché non ho finito di superare…puoi accendere tutte le luminarie che vuoi…ma aspetti!Ma se quando superano fanno gestacci?Li spedisco a quel paese!HI! HI!

  5. Sicura di non aver fatto gestacci mentre poi ti superava? :-D

  6. ti capisco!! ah, se ti capisco!!! alcuni giorni ho come l’impressione che ci debba essere un raduno di str***i da qualche parte … quando ne incontri più di uno contemporaneamente!!! …in ogni caso, concordo con fab: i tipi così sono pericolosi …tanti anni fa, sul GRA (ma va??), mi capitò di assistere ad una scena agghiacciante: tre corsie, io su quella centrale, uno (signor Y) sulla corsia di sorpasso che mi sta superando ed uno (signor X) dietro di lui che aveva iniziato a lampeggiargli da 15 km prima, il signor Y mi supera, supera anche la vettura avanti a me e resta sulla corsia di sorpasso, il signor X lo supera da destra, gli si mette davanti, lo distanzia un pò e … inchioda … il signor Y per evitarlo sterza a sinistra monta con le due ruote laterali sul guard rail di cemento, si ‘rigira’ e si fa le tre corsie del GRA in orizzontale … rischiando di prendere in pieno me e tutti quelli che stavano passando in quell’istante … di matti in giro ce ne sono tanti … non si può sempre ‘abbozzare’ o ‘soccombere’ ma … in questi casi, meglio farsi da parte e lasciarli andare verso il loro destino … prima o poi, troveranno un muro, un TIR o un albero che non gli cederà la strada … senza augurar loro niente di catastrofico e definitivo … anche una gamba ingessata e una macchina inutilizzabile possono bastare per toglierli dalla circolazione per un pò!! :)

  7. Ogni anno, sulle nostre strade, purtroppo, muoiono 5.000 persone. Alcune per sfortuna, molte perchè guidano come quel tipo lì. Per lavoro, mi sono imbattuto su una statistica annuale delle cause di incidenti stradali:5 % per cause tecniche (problemi meccani dell’auto o tecnici del fondo stradale);95 % per errori umani.La categoria errori umani, si divide a sua volta in tre gruppi paritari: eccesso di velocità, mancato rispetto delle altre regole della strada e distrazione alla guida. Ne consegue che chi rispetta le regole e tiene gli occhi e l’attenzione fissi sulla strada, riduce del 95 % il rischio di essere coinvolto in un incidente.Quando guidando incontro un tipo come quello da te descritto, cerco di evitare che termini la sua esistenza insieme a me e che possa invece terminarla da solo altrove.E’ triste, ma più di questo non posso fare…

  8. A me è successa la stessa cosa con un deficente alla guida di una ferrari, in accordo con un collega che mi seguiva con un’altra macchina lo abbiamo incastrato tra la fine e l’inizio di un autotreno e trattenuto per una decina di minuti, è stato uno spasso.Ti abbraccio.Fabrizio

  9. fai le cose con calma, cara la mia ross. lo stronzoide la prossima volta si metterà al passo – ammesso che per lui ci sia una prossima volta. con la guida disinvolta che si ritrova, dubito che possa passare indenne sempre! –

  10. pericolosissimo!

  11. @FabrizioNe sono certa che sia stato uno spasso. Mi sono divertita anche io con il tipetto nervoso :-))@TUTTITranquilli per la mia guida. Sono incosciente ma allo stesso tempo ‘coscienziosa’ e soprattutto conosco bene le limitazioni del mio mezzo.

  12. Io odio quelli che si attaccano dietro a un centimetro dalla tua auto per far capire che devi dargli strada… Basta un attimo e ci si fa male… Ma purtroppo sulle strade c’è di tutto. Se si è costretti a stare spesso in strada, tanto vale rilassarsi e non prendersela!PS: Sta attenta, quelli con le Audi sono gentaglia…

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...