Smarrirsi o ritrovarsi…

I libri sono fatti proprio per farci smarrire. Se si comprano, le loro storie nascono; se si leggono, crescono e quando si chiudono e si ripongono nella libreria, intrecciano, la notte, rapporti che non sapremo mai. Se lei ha una Madame Bovary, stia pur certa che il mio Incosciente le proporrà un’assicurazione: poi si rannicchierà nella stiva di una nave del marinaio Martin Eden e forse partirà per l’Alaska con Zanna Bianca.

I libri non dormono mai, sono passionali, focosi, dinamici, e si insinuano nei sogni perduti di chi li possiede, almanaccando, a sua insaputa, nuovi destini.

Questo e molto altro fanno i libri, in particolar modo i romanzi, che non sanno mai stare fermi, se ne infischiano dei loro autori e vanno in giro facendo danni o miracoli. E noi che li abbiamo scritti e letti, non possiamo far altro che lasciarli passare, perchè saranno loro a cercarci, se valgono, e ad attraversarci quando dormiamo.

[da ‘Jack Folla – Lettere dal silenzio’ di Diego Cugia]

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

12 risposte a “Smarrirsi o ritrovarsi…

  1. concordo appieno con il tuo titolo ed il tuo commento … sostengo anche che, anche per i libri vale il detto: ‘c’è un tempo per ogni cosa’, mi capita di iniziare un libro e di non riuscire ad andare avanti … magari passano mesi o anni, lo riprendo in mano … e lo finisco in due giorni …🙂

  2. E’ bellissimo questo brano!

  3. mi hai fatto venire voglia di leggere con questa frase la giornata poi è ideale per immergere la mente in un bel romanzo ciaoooooooooo buona lettura e buona domenica

  4. Leggere è uno dei migliori modi per far viaggiare la nostra mente.
    Quando leggo questi brani mi viene sempre in mente Cesare Pavese, nato ad un paio di KM da casa mia:
    “Leggendo non cerchiamo idee nuove, ma pensieri già da noi pensati, che acquistano sulla pagina un suggello di conferma. Ci colpiscono degli altri le parole che risuonano in una zona già nostra – che già viviamo – e facendola vibrare ci permettono di cogliere nuovi spunti dentro di noi.”
    Cesare Pavese, da “Il mestiere di vivere”

  5. ahhhh i miei grandi amori….un baciotto cara!!!

  6. O mio Dio ! Ho il giovane Holden accanto a Noi, ragazzi dello zoo di berlino… quello già fa danni per conto suo, t’immagini che casino se s’imbatte poi nella compagnia tedesca…🙂

    Una notte d’amore è un libro letto in meno. (Honoré de Balzac)

    • eh già… Giamburrasca… tu con questi libri sei a rischio direi…

      ps. et je suis d’accord avec Monsieur de Balzac… ma se non hai sotto mano la materia prima che fai? :PPP

  7. bella l’immagine di sogni che si intrecciano con storie e vagano mutando in nuovi destini..
    (c’è matteo salvini su LA7 : sogno sempre che lo sbarchino in Alaska)

  8. bello bello, i libri che si innamorano, bello!!!😀

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...